Vaccino Covid-19, il magistrato Guariniello: “Tutelare la salute significa vaccinare il maggior numero possibile di persone”

Stampa

“Tutelare la salute significa vaccinare il maggior numero possibile di persone. Non è una indicazione ‘morale’, è ciè che prevede la legge”. Così in una intervista al Fatto Quotidiano il magistrato Raffaele Guariniello.

La base del ragionamento, spiega, parte dal “principio per cui nessuno può essere obbligato a un trattamento sanitario se non per disposizione di legge, previsto dalla Costituzione”.

Tale legge, secondo il giurista, c’è, e sarebbe il Testo unico della Sicurezza sul Lavoro, che “impone al datore di lavoro di mettere a disposizione vaccini efficaci per quei lavoratori che non sono già immuni all’agente biologico, da somministrare a cura del medico competente”.

Inoltre “la stessa norma impone al datore di lavoro ‘l’allontanamento temporaneo del lavoratore’ in caso di inidoneità alla mansione ‘su indicazione del medico competente'”

Stampa

Concorso STEM Orale e TFA Sostegno? Preparati con CFIScuola