Vaccino Covid-19, Fratoianni: “L’obbligo non deve essere un tabù”

Stampa

“Io penso che ci sono alcune categorie sulle quali la discussione sull’obbligatorietà del vaccino anticovid non debba essere un tabù”. Lo afferma il portavoce nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni dai microfoni di Rai3 nel corso della trasmissione Agorà.

“Lo dico francamente – prosegue l’esponente di Leu- se uno ha un lavoro che ha a che fare con la relazione con altre persone (penso al mondo della sanità, della scuola e cosi via), bisogna certo lavorare sul convincimento e su questo occorre lavorare sempre, però se ad un certo punto della campagna di vaccinazione nel Paese, si scoprisse che l’opera di convinzione non basta, bisogna affrontare il problema, sapendo che è un tema delicato ma sapendo anche che se la tua libertà mette a rischio la salute di altre persone che non possono fare a meno di avere un contatto con te, la discussione si deve aprire”.

“Lavorare quindi nelle prossime settimane molto sull’opera di informazione e di convincimento dell’utilità del vaccino – conclude Fratoianni – poi però c’è un punto oltre al quale bisognerà intervenire”.

 

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione