Vaccino AstraZeneca, il personale scolastico attende indicazioni per la seconda dose: già la prima è andata a oltre 600 mila persone

Stampa

La notizia della sospensione temporanea del vaccino Astra Zeneca su tutto il territorio nazionale ha messo ancora di più in allarme il personale scolastico, già in molti casi intimorita dopo la sospensione del lotto nei giorni precedenti. Il pensiero adesso è rivolto comunque alla seconda dose che, tuttavia, al momento non è messo in discussione.

Infatti, il comunicato ufficiale dell’Aifa ha specificato che “renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose“. “I benefici del vaccino AstraZeneca superano sempre i rischi“, ha detto l’Ema in una nota.

Vaccino covid, Aifa vieta temporaneamente utilizzo Astrazeneca in tutta Italia. Speranza: “Attendiamo chiarimenti dell’Ema”

Al momento, come si evince dal report del Ministero della Salute, la prima dose di vaccino Astrazeneca è stato somministrato a 633.729 unità di personale scolastico. 

Vaccino Covid, oltre 600mila dosi somministrate agli insegnanti e Ata. I dati regione per regione. IN AGGIORNAMENTO

Considerando che la seconda dose è prevista mediamente dopo dieci settimane, c’è tutto il tempo per attendere le indicazioni dell’AIFA, dato che la somministrazione del vaccino AstraZeneca al personale scolastico è iniziata all’incirca a metà del mese di febbraio.

La circolare del ministero della Salute ‘Aggiornamento vaccini disponibili contro SARS-CoV-2/COVID-19’ della scorso 10 febbraio si legge infatti che L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) “raccomanda che la seconda dose del vaccino AstraZeneca dovrebbe essere somministrata idealmente nel corso della 12/a settimana (da 78 a 84 giorni) e comunque ad una distanza di almeno 10 settimane (63 giorni) dalla prima dose”.

La speranza è che si faccia comunque chiarezza a breve: in questo modo si è bloccata la campagna vaccinale per docenti, dirigenti scolastici e personale Ata e se lo stop dovesse essere molto consistente la situazione potrebbe diventare molto complicata dato che l’obiettivo resta quello di mettere al sicuro il prima possibile il personale scolastico.

Le Regioni stanno infatti stoppando la campagna vaccinale legata ad AstraZeneca e questo inevitabilmente comporterà dei ritardi.

ISCRIVITI al canale You Tube di Orizzonte Scuola

PIANO VACCINALE 

Ecco la video guida con i punti salienti del piano vaccinale

 

 

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile