Vaccino AstraZeneca, i docenti chiedono chiarezza: “Siamo preoccupati”

WhatsApp
Telegram

L’agenzia AdnKronos ha raccolto alcuni commenti di insegnanti che si sono sottoposti al vaccino negli ultimi giorni e della preoccupazione che hanno avuto soprattutto dopo la notizia dello stop al vaccino AstraZeneca in tutta Italia.

Siamo tutti molto spaventati. Abbiamo fatto il vaccino anti-Covid di AstraZeneca, perché ci è stato detto che il problema era solo su un lotto. Ora viene bloccata proprio la vaccinazione con AstraZeneca in via precauzionale. C’è chi come me si è vaccinato ieri e ora per noi c’è incertezza anche sulla seconda dose. Speriamo si faccia presto chiarezza“. Mariaroberta Tersigni, docente dell’Istituto Molinari di Milano, si è vaccinata ieri con AstraZeneca. E all’Adnkronos Salute racconta quali sono state le reazioni a caldo fra i colleghi del capoluogo lombardo che si sono sottoposti alla prima iniezione scudo nel weekend nell’ambito della campagna a loro dedicata.

Vaccino covid, Aifa vieta temporaneamente utilizzo Astrazeneca in tutta Italia. Speranza: “Attendiamo chiarimenti dell’Ema”

Noi ci siamo fidati di Aifa“, l’Agenzia italiana del farmaco, “che ha rassicurato sul vaccino nei giorni scorsi e così siamo andati al nostro appuntamento. Certo, ora ci troviamo in un’altra situazione rispetto a quella che c’era quando abbiamo fatto l’iniezione. Prima si parlava di un lotto sospeso, ora è stato bloccato tutto il vaccino. Quindi alla nostra incertezza di neo vaccinati si aggiunge quella dei colleghi che avrebbero dovuto farla in questa settimana. Che succede ora?“, si chiede.

Francesco, docente di 37 anni, è stato “combattuto fino all’ultimo“, ha anche accarezzato “l’idea di disdire” il suo appuntamento col vaccino sull’onda emotiva delle notizie che aveva letto sulla stampa. Erano i giorni in cui piovevano le comunicazioni da parte di vari Paesi europei che annunciavano lo stop a lotti del vaccino e in Italia si parlava di alcuni decessi sospetti. “Poi alla fine ho deciso di andare. E ho fatto il vaccino sabato 13 marzo – dice – In molti abbiamo avuto effetti collaterali non da poco“.

Vaccino Covid, oltre 600mila dosi somministrate agli insegnanti e Ata. I dati regione per regione. IN AGGIORNAMENTO

Una docente racconta di “febbre e vomito“, la notte dopo il vaccino e il giorno successivo. “Una mia collega – continua Francesco – racconta di essere stata per un giorno fortemente intontita, non riusciva proprio a parlare bene. Io ho avuto formicolio al braccio, un po’ di stordimento e poi forti brividi in tutto il corpo che mi hanno scosso per un giorno intero“. Effetti collaterali attesi e segnalati nei trial registrativi come sintomi transitori post iniezione.

Vaccino AstraZeneca, il personale scolastico attende indicazioni per la seconda dose: già la prima è andata a oltre 600 mila persone

Certo, quando apprendi che è stato sospesa la vaccinazione in tutta Italia con questo prodotto un po’ di paura ti viene – ammette Francesco – Tutto questo mette ansia, soprattutto se tu la vaccinazione l’hai fatta da appena 24 o 48 ore. Cosa mi aspettavo in una circostanza simile? Sicuramente una gestione diversa dell’informazione. Io mi sono sentito un po’ sballottato fra un media che pubblicava una cosa e chi ne diceva un’altra. Forse le istituzioni avrebbero potuto comunicare ufficialmente, forse serviva una voce univoca, non saprei dire“.

ISCRIVITI al canale You Tube di Orizzonte Scuola

PIANO VACCINALE 

Ecco la video guida con i punti salienti del piano vaccinale

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito