Vaccino AstraZeneca, Famindustria rassicura: “I controlli ci sono. Per questo bisogna stare tranquilli”

Stampa

“Nessuno può dire se ci siano connessioni ma io dico che la gente da queste cose deve essere ancora più tranquilla perché vuol dire che i controlli ci sono. Noi abbiamo dei sistemi di controllo che sono rigidi e rigorosi in tutte le fasi, dalla ricerca, alla produzione, al post somministrazione”.

Lo ha detto il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi a Mattino Cinque, in merito al lotto di vaccino anti-Covid di AstraZeneca ritirato in Italia per verificare se ci siano delle possibili connessioni con alcune morti. 

Vaccino covid, Aifa dispone stop in Italia per lotto AstraZeneca: “Segnalati eventi avversi gravi in concomitanza con la somministrazione”

Abbiamo un sistema di farmacovigilanza a livello mondiale, europeo, italiano che funziona molto bene, infatti – ha spiegato – in 24 ore qualsiasi caso succeda deve essere segnalato e questa è la dimostrazione che si prendono le precauzioni“.

Vaccino Covid, nuovo piano del governo Draghi: 5 categorie di priorità. C’è anche il personale scolastico. BOZZA

Nei farmaci, ha chiarito, “funziona così: appena c’è una segnalazione si blocca tutto, si fanno i controlli, si deve verificare se questo caso è dovuto al vaccino o no e poi si può ripartire o meno a seconda delle indagini che vengono fatte. La gente non lo sa ma su ogni farmaco, anche sui più comuni c’è un bollino che consente di tracciare il farmaco in qualsiasi momento. Quindi quando distribuiamo un farmaco noi e lo Stato sappiamo esattamente dov’è proprio perché c’è questo sistema di controllo. Per cui quando c’è un caso in maniera ovviamente preventiva si blocca il lotto e si va a vedere“. 

Vaccino, caso AstraZeneca. Gissi (CISL Scuola): “Dobbiamo continuare a vaccinarci. Solo così possiamo uscire dal covid” [INTERVISTA]

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur