Vaccino anti Covid, il pediatra Farnetani: “Lo facciano tutti, anche i bimbi e magari nelle scuole”

WhatsApp
Telegram

Il vaccino anti-Covid in arrivo, aggiornato alle varianti attualmente in circolazione, “dovrebbero farlo tutti, bimbi compresi e magari nelle scuole. E dovrebbe essere gratuito per tutti, in quanto il costo potrebbe essere un problema per quelle fasce di popolazione, oggi più estese vista la situazione economica generale, che già risparmiano sui consumi e persino sui beni alimentari. Giusto che, in nome dell’articolo 32 della Costituzione, non ci siano discriminazioni sul fronte della salute. E più popolazione vaccinata abbiamo, più si raggiunge una protezione collettiva”.

Il pediatra Italo Farnetani, sull’estensione che a suo avviso dovrebbe avere la campagna vaccinale d’autunno, sposa la linea degli Usa, dove i Cdc (Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie) hanno raccomandato a tutti i cittadini, dai 6 mesi d’età in su, di fare un vaccino aggiornato.

“Sono perfettamente d’accordo – dice all’Adnkronos Salute – Il virus è ancora in circolazione, anche se meno aggressivo delle sue versioni precedenti. E non c’è motivo pertanto di non vaccinarsi”. Intanto l’Italia si prepara per l’arrivo delle dosi aggiornate, attese tra 15 giorni, come spiegato oggi dal ministro della Salute Orazio Schillaci, che non si è sbilanciato sulla gratuità o meno del vaccino per tutti, un aspetto sul quale si deve ancora ragionare, ha precisato. Farnetani, professore ordinario di Pediatria dell’Università Ludes-United Campus of Malta, auspica che lo sia. E, aggiunge, “ricordo anche la proposta di effettuare le vaccinazioni nelle scuole per avere una risposta maggiore dei genitori a sottoporre alla vaccinazione i figli”.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA