Vaccino anti Covid, Aifa approva Novavax: a gennaio in arrivo quasi 27 milioni di dosi

WhatsApp
Telegram

Via libera da parte dell’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco, al nuovo vaccino anti Covid Novavax, dopo l’approvazione dei giorni scorsi da parte dell’agenzia europea Ema.

“La Commissione Tecnico Scientifica (Cts) dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), nella riunione di oggi, ha approvato l’utilizzo del vaccino Nuvaxovid (Novavax), rendendolo disponibile nell’intera indicazione autorizzata da Ema per i soggetti di età uguale o superiore ai 18 anni. La vaccinazione prevede un ciclo vaccinale primario di due dosi a distanza di tre settimane l’una dall’altra”. Così in una nota l’Agenzia italiana del farmaco.

“I dati disponibili sul vaccino Nuvaxovid – rileva la Cts – hanno mostrato una efficacia di circa il 90% nel prevenire la malattia Covid-19 sintomatica anche nella popolazione di età superiore ai 64 anni. Il profilo di sicurezza si è dimostrato positivo, con reazioni avverse prevalentemente di tipo locale”.

Le prime dosi di Novavax, il vaccino “tradizionale” a base proteica, dovrebbero arrivare in Italia già a gennaio e saranno riservate a chi non si è ancora vaccinato. L’Europa ne ha prenotate 200 milioni di dosi, il che significa che all’Italia ne spettano quasi 27 milioni (il 13,46%).

“Il vaccino di Novavax – ha detto Giorgio Palù, presidente dell’Agenzia italiana del farmaco, a SkyTg24 – rispetto ai vaccini mRna non necessita della catena del freddo e questo è un vantaggio”.

Poi aggiunge: “Sarà distribuito in un miliardo e mezzo di dosi, con il sistema Covax, nei paesi in via di sviluppo, cosa importante perché c’è una necessità planetaria di vaccini e «il virus si replica soprattutto in paesi senza protezioni”.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO