Vaccini. In Umbria la documentazione verrà inviata alle famiglie dalle USL

WhatsApp
Telegram

L’Assessorato regionale alla Sanità, al fine di attuare una strategia comune su tutto il territorio regionale, facilitando famiglie, istituzioni comunali, scolastiche e sanitarie per consentire a tutti i bambini e ragazzi umbri di frequentare asili nido, scuole materne e dell’obbligo, ha definito le indicazioni operative contenute nella nota , condividendo le decisioni assunte con le Usl, i rappresentanti dei Comuni e l’Ufficio scolastico regionale.

Al fine di semplificare le procedure e facilitare le famiglie, stante l’imminente apertura dei servizi educativi e alle scuole per l’infanzia, le aziende USL dell’Umbria provvederanno, nel più breve tempo possibile, all’invio della documentazione che attesti la regolare effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie previste per l’età, ai genitori dei bambini nati dal 2011 al 2017.

Nella fase immediatamente successiva (dopo il 10 settembre) le aziende provvederanno a inviare raccomandate con RR per invitare i genitori a sottoporre alle vaccinazioni i bambini che non risultano in regola per l’ammissione ai servizi educativi e alle scuole per l’infanzia e che nel frattempo non si siano presentati agli ambulatori vaccinali. Nella stessa raccomandata sarà evidenziata la possibilità di segnalare da parte dei genitori eventuali impedimenti alla vaccinazione attraverso la certificazione del medico curante.

Ugualmente verrà trasmessa per posta, ai genitori o ai tutori legali dei ragazzi nati dal 2001 al 2011, la documentazione di regolarità o l’invito per i non adempienti, a partire dal mese di settembre ed entro il 31 ottobre 2017.

circolare

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro