Vaccini, in Toscana procedura semplificata: già per il 2017/18 scuole trasmettono elenchi iscritti alle ASL

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La legge n. 119/2017 ha reso obbligatorie le vaccinazioni per i bambini da 0 a 16 anni, comprese i i minori stranieri non accompagnati.

La legge attribuisce alle scuole funzioni di controllo e comunicazione alle ASL dei bambini non vaccinati, prevedendo una procedura semplificata a partire dall’anno scolastico 2019/2020.

E’ contemplata, tuttavia, , già a partire dall’a.s. 2017/18 (anno per il quale è prevista una fase transitoria), la possibilità di eventuali semplificazioni, sia per le famiglie che per le scuole, a seguito di accordi tra gli Uffici Scolastici Regionali, le Regioni e, per loro tramite, le Aziende Sanitarie Locali, nel rispetto della normativa sulla privacy.

Tale possibilità, come apprendiamo da toscananotizie.it, è stata immediatamente posta in essere dalla regione Toscana, che ha sostanzialmente anticipato quanto previsto dalla legge in merito alla semplificazione che partirà, come suddetto, dall’a.s. 2019/2020.

In base all’accordo stipulato, in data odierna, tra USR-Anci-Aziende sanitarie toscane, le scuole trasmettono gli elenchi degli iscritti alle Asl, che verificano la situazione vaccinale di ogni bambino e si attivano con i familiari per l’eventuale regolarizzazione, comunicando poi gli esiti alle scuole medesime.

L’accordo siglato oggi è stata oggetto di comunicazione al Garante della privacy.

Bambini non vaccinati e frequenza asili e infanzia, la documentazione va comunque presentata. Un chiarimento

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione