Vaccini, a settembre basterà la prenotazione. Fedeli: dirigenti dovranno denunciare ma diritto studio garantito

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A settembre rischio caos nelle scuole e nelle ASL a seguito della legge sui vaccini che ne impone l’obbligatorietà fino ai 12 anni.

In attesa del decreto del MIUR che chiarirà alcune importanti questioni sulla gestione dell’inizio del prossimo anno scolastico, fonti non ufficiali fanno sapere che alla data del 10 settembre i genitori dovranno produrre documentazione sulla regolarità della vaccinazione dei propri figli.

Nel caso in cui, e i casi non saranno rari, i bambini non avranno effettuato tutti i vaccini imposti per legge, i genitori potranno presentare un’autocertificazione o, secondo quanto si sta pensando di fare al Ministero, la semplice prenotazione dei vaccini.

Questa documentazione basterà a non far scattare la denuncia all’ASL da parte del dirigente scolastico, che in caso contrario ne avrà l’obbligo. In caso l’ASL dovesse riscontrare il rifiuto da parte dei genitori alla vaccinazione, questi saranno denunciati al tribunale dei minori.

L’eventuale denuncia, fa sapere il Ministro tramite una intervista al Corriere della Sera, non intaccherà il diritto allo studio. I bambini non saranno allontanati dalla scuola.

Vaccini, documenti entro il 10 settembre, basterà anche l’autocertificazione. Tutte le incombenze dei Dirigenti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione