Vaccini, a San Giuliano sospesi dalla frequenza 5 bambini: manca autocertificazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La legge sull’obbligo vaccinale per i bambini/ragazzi da 0 a 16 anni ha previsto, com’è noto, che i frequentanti le scuole dell’infanzia o i servizi educativi per l’infanzia non possono accedere a scuola, qualora non abbiano presentato la documentazione richiesta (ossia quella comprovante l’avvenuta vaccinazione, l’autocertificazione dell’avvenuta vaccinazione, la copia della richiesta di vaccinazione o una dichiarazione attestante la predetta richiesta). 

Non sono mancati casi di “espulsioni di bambini” perché non in regola con il succitato obbligo. Non ultimo il caso di 5 bambini sospesi dall’asilo comunale di San Giuliano (Pisa), perché i genitori non hanno presentato l’autocertificazione attestante la richiesta di vaccinazione, ma la sola raccomandata con ricevuta di ritorno con cui i genitori avevano preso appuntamento all’ASL per approfondimenti,  come riferito in data odierna da “Il Tirreno-Pisa”.

E’ doveroso sottolineare che, nella circolare Miur del 01/09/2017, è previsto (paragrafo 1 lettera d) che i genitori possono presentare “copia della formale richiesta di vaccinazione di vaccinazione alla ASL territorialmente competente“.

La richiesta di vaccinazione, prosegue la circolare Miur, … potrà essere effettuata … inoltrando una raccomandata con avviso di ricevimento (raccomandata A/R).

Nel caso specifico, però, si parla di appuntamento per approfondimenti sul tema.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione