Vaccini, passo indietro del Veneto. Ritirato decreto moratoria due anni per obbligo vaccinale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La regione Veneto fa un passo indietro e sospende il decreto di moratoria di due anni per l’applicazione delle disposizioni sui vaccini o meglio di alcune di esse. 

Anche nella Regione, guidata da Zaia, pertanto, l’obbligo vaccinale dovrà essere rispettato, per cui i bambini non in regola, ossia quelli per i quali i genitori non hanno presentato la documentazione o la dichiarazione sostitutiva prevista, non potranno frequentare i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia già a partire dal 12 settembre.

Questo, come apprendiamo dall’Ansa, il commento del ministro della salute, Beatrice Lorenzin: “Apprendiamo con soddisfazione la decisione del Veneto di allinearsi alla normativa nazionale“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione