Vaccini, Mattarella firma decreto. Sino al 10 settembre genitori possono prenotare vaccinazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto sull’obbligatorietà dei vaccini per le iscrizioni a scuola è stato firmato dal Presidente Mattarella.

Queste, come apprendiamo dall’Ansa, le parole della Ministra Lorenzin: “E’ prevista una fase transitoria per il 2017. Da domani – ha spiegato il ministro in conferenza stampa – e fino al 10 settembre ci sarà dunque tempo di procedere per fare le richieste per le vaccinazioni o per effettuare le stesse; poi, dal 10 settembre al 10 marzo, ci sarà tempo per produrre la documentazione”.

Il ministro ha quindi sottolineato come l’obiettivo da raggiungere sia “la piena immunizzazione per la popolazione scolastica: entro due anni la si raggiungerà per malattie le cui vaccinazioni erano già obbligatorie, mentre ci vorranno 3-4 anni per malattie come il morbillo“.

Il decreto, dunque, prevede una fase transitoria e, come affermato dalla Lorenzin, i genitori hanno tempo, per la.s. 2017/18, sino al 10 settembre per avanzare la richiesta di vaccinazione, mentre per produrre la documentazione il tempo disponibile sarà sino al 10 marzo.

Il genitore, inoltre, può auto-certificare la vaccinazione del figlio e in tal caso avrà tempo per produrre la documentazione sino al 10 luglio di ogni anno.

Per i bambini da 0 a 6 anni, l’iscrizione a scuola (nido e scuola dell’infanzia), in caso di mancata vaccinazione, non può avvenire.

Per gli alunni da 6 a 16 anni, l’iscrizione è garantita in ogni caso ma la mancata vaccinazione fa scattare la segnalazione all’azienda sanitaria di competenza. Nel caso in cui i genitori non si presentino all’ASL sono previste sanzioni da 500 a 7.500 euro, cui seguirà la segnalazione al tribunale dei minori.

Il testo del decreto

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione