Vaccini: Lorenzin, quelli obbligatori saranno 12. Decreto approvato, dirigenti dovranno monitorare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Le vaccinazioni obbligatorie per l’iscrizione alla scuola saranno 12: oltre ai vaccini già oggi ritenuti obbligatori – ovvero l’anti-polio, l’anti-difterite, l’anti-epatite B e l’anti-pertosse – sono introdotte l’anti- meningococco B e C, l’anti-morbillo, l’anti-rosolia, l’anti-parotite, l’anti-varicella e il vaccino contro aemophilus influenzae”. Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin al termine del Cdm durante il quale è stato approvato il decreto per l’obbligo dei vaccini.

Lorenzin ha anche chiarito che il dirigente scolastico “è tenuto a monitorare che nell’ambito di una classe o della scuola sia mantenuto il cosiddetto ‘effetto gregge'”, ovvero che la copertura vaccinale non scenda sotto il parametro del 95% che garantisce la sicurezza”. “Penso – ha detto – che avremo ottimi risultati già da questo primo anno scolastico. Stiamo ora studiando degli accorgimenti per evitare difficoltà burocratiche alle famiglie e per dare indicazioni stringenti alle asl per l’applicazione della legge”. “Sono soddisfatta: è un grande passo avanti rispetto al nulla che c’è stato finora ed il segnala forte che vogliamo dare è che lo Stato monitorerà”, ha aggiunto. “Stiamo immaginando misure di intervento delle Asl, fermo restando però – ha quindi sottolineato Lorenzin – che qualora come ministero dovessi ravvisare l’esistenza di una situazione di allarme, ho potere di intervento e ordinanza che non ho timore di esercitare. La ragione per cui non l’ho fatto fino a oggi è che riteniamo di poter intervenire stabilendo un percorso certo”.

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare