Vaccini. Le autocertificazioni a Bologna sono più di 100.000 e i presidi reclamano: non intasiamo le scuole con altra “carta”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Problemi per le iscrizioni a Bologna riguardo alla questione vaccini: sono oltre 100.000 le autocertificazioni che si attendono dalle famiglie bolognesi alle scuole.

I Comuni, con l’Anci, chiedono un protocollo ai ministeri, in particolare a quello della Salute, per evitare di gravare sulle famiglie e di intasare le scuole con le carte: i presidi reclamano, ma la situazione sarà affrontata dopo il 20 agosto, alla prima riunione dell’associazione scuole autonome di Bologna.

Occorrerà informare i genitori con figli ai nidi e alle materne su come autocertificare per essere in regola coi vaccini entro il 10 settembre (entro il 31 ottobre per gli alunni 6-16 anni). Il Comune stesso attende la circolare dalla Regione per capire come procedere.

Il modulo di autocertificazione non è ancora stato pubblicato, la Regione ha chiesto all’ufficio scolastico regionale l’elenco degli studenti iscritti per evitare le troppe autocertificazioni. La stessa richiesta è stata presentata dall’Anci a livello nazionale.

“È stato trascurato il problema organizzativo — spiega alla stampa Alessandra Cenerini dell’Adi — l’impatto sulle scuole sarà pesante. Meglio era tornare a quando si vaccinava a scuola”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione