Vaccini: per la Lorenzin bambini non in regola vanno espulsi da scuola. Morte altre due persone per il morbillo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin si dice nettamente contraria alla proposta di alcune Regioni di lasciare che i bambini non in regola con la certificazione vaccinale, possano comunque terminare l’anno scolastico.

“Non sono assolutamente d’accordo. Siamo un paese che ha perso il senso della legge e del rispetto delle regole. Sono regole messe in campo per garantire la sicurezza pubblica”.

Lo scorso mese sono morte due persone di morbillo – prosegue il Ministro – e abbiamo avuto 164 casi. Parliamo di cose serie. Le istituzioni si devono adeguare alla legge, una legge fatta per la sicurezza delle persone e garantire in alcuni casi la vita. Abbiamo permesso tutte le facilitazioni possibili alle famiglie”.

Ricordiamo che la data ultima per la regolarizzazione, imposta dalla normativa, è il 10 marzo.

Va ricordato che il commento del Ministro va riferito a quelle famiglie che non hanno provveduto neanche alla prenotazione della vaccinazione secondo il calendario in base all’età del bambino.  Non si verificherà infatti l’espulsione di quei bambini per i quali i genitori potranno certificare l’avvenuta prenotazione.

Lorenzin: se vaccinazione è prenotata per giorni successivi al 10 marzo, bambini potranno continuare a frequentare

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare