Vaccini, il Codacons denuncia l’ANP

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’ANP, com’è noto, ha preso posizione contro la decisione del Ministero della Salute di far presentare ai genitori soltanto un’autodichiarazione in merito all’obbligo vaccinale e all’indicazione di inserire i bambini immunodepressi in classi di soli vaccinati.

Vaccini, ANP: senza certificati Asl stop a scuola, “no” alle classi differenziali

Denuncia Codacons

Il Codacons, come comunicatoci dallo stesso, ha deciso di denunciare l’ANP riguardo a quanto dichiarato in tema di vaccini, ossia che faranno entrare a scuola soltanto i bambini i cui genitori hanno consegnato le certificazioni delle ASL:

Sull’Associazione nazionale presidi incombe una denuncia in Procura. Il Codacons ha deciso infatti di denunciare l’organizzazione che rappresenta i dirigenti scolastici dopo le gravi affermazioni rilasciate in tema di vaccini, per la possibile fattispecie di violenza ad organo collegiale.
Con motivazioni che non comprendiamo, né condividiamo, i presidi sono scesi in campo per contestare i sacrosanti provvedimenti approvati dalla Commissione Affari Costituzionali, finalizzati a garantire vaccinazioni più eque e il diritto all’istruzione dei bambini. Le criticità della legge Lorenzin sono oggettive e note a tutti, e qualsiasi modifica alla norma che non inficia la salute pubblica ma permette ai bambini di frequentare le scuole senza l’odiosa “caccia alle streghe” introdotta dal precedente Ministro della salute e dai suoi discepoli, è doverosa.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione