Vaccini, Federconsumatori: bene obbligo, ma sanzioni dovrebbero riguardare solo i genitori

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il responsabile dell’Osservatorio sulle famiglie di Federconsumatori, Andrea Catizone, è intervenuto sulla questione vaccini. 

Catizone considera necessario l’obbligo di vaccinazione, tuttavia contesta le sanzioni, in quanto imporrebbero al bambino non vaccinato una “doppia punizione”. Queste, come apprendiamo dall’Ansa, le Sue parole:

L’obbligo di vaccinazione per l’iscrizione al servizio educativo appare giusto e necessario: occorre proteggere i nostri bambini da ogni rischio di malattia infettiva. Sul piano sanzionatorio, però, la legge avrebbe potuto agire in maniera più rispondente alla tutela dei diritti soggettivi del minore. In caso di mancata vaccinazione, infatti, la legislazione finisce per prevedere una sorta di ‘doppia punizione’ nei confronti del minore, che si ritroverebbe così ad essere, da un lato, non vaccinato, e dall’altro escluso dalla scuola“.

Sempre secondo il responsabile dell’Osservatorio sulle famiglie di Federconsumatori, le sanzioni avrebbero dovuto riguardare soltanto i genitori e “solo successivamente, come extrema ratio, in caso di mancato rispetto anche dei solleciti alla vaccinazione, l’esclusione del minore dalla scuola“.

Catizone, infine, ha sottolineato la confusione normativa creata dalle procedure di semplificazione poste in essere dalle varie Regioni, cui si potrebbe porre rimedio tramite un’apposita direttiva ministeriale che fornisca direttive comuni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione