Vaccini covid per tutti in Sicilia nelle isole minori. Musumeci: “Dobbiamo correre per uscire dal tunnel”

Stampa

La Sicilia avvia la campagna vaccinale di massa nelle isole minori, con somministrazioni a tutti i cittadini dai 18 anni in su: si parte nel weekend a Lampedusa e Linosa.

Il governatore Musumeci: “Spero il gen. Figliuolo comprenda, dobbiamo correre o non usciremo più da questo tunnel“.

Niente più vaccini tenuti, mesi e mesi, nei frigoriferi, niente più scorte nell’attesa che si operi una conversione generale da parte dei cittadini diffidenti. Dobbiamo andare avanti, vaccinare quanta più gente possibile, abbiamo aspettato abbastanza e nessuno può accusarci di non avere rivolto attenzione alle fasce fragili”, ha aggiunto Musumeci.

Domani inoltre si apriranno le prenotazioni per i cittadini dai 50 anni in su: “Non abbiamo poteri sanzionatori o coercitivi per convincere gli over 80“.

Nella regione 250 mila dosi AstraZeneca al momento inutilizzate: “Abbiamo avviato l’open day tre settimane fa per dare forza e impulso alla campagna di vaccinazione e a quella con AstraZeneca in modo particolare, la cui scorta nei frigoriferi è sempre stata abbondante – dice il governatore Nello Musumeci – Verso AstraZeneca c’è stata e c’è una comprensibile ma ingiustificata psicosi, a fronte di 5-6 decessi la cui connessione con il vaccino comunque è stata esclusa“.

 

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur