“Su vaccini corse, su sicurezza fermi”, bambini restano a casa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si tratta di una lettera inviata da un genitore di Raccalmera (Messina), zona ionica, dove le scuole non sarebbero a norma antisismica.

Nella missiva Giuseppe Lombardo, padre delle due bambine, scrive: “Tutte le scuole di Roccalumera non sono ancora dotate delle certificazioni previste che secondo la normativa vigente gli enti proprietari degli immobili (Provincia e comuni) sono obbligati invece ad avere, con particolare riferimento per gli edifici scolastici per la verifica di sicurezza sismica”.

“Dopo ripetute sollecitazioni fatte sia in consiglio sia come esposto alla Procura non è stata messa in campo nessuna azione concreta”, aggiunge l’uomo. “Nella qualità di genitore quindi cara ministra – prosegue – le dico che se è vero che i nostri figli hanno l’obbligo delle vaccinazioni per andare a scuola e noi per rispettarlo facciamo di tutto, non capisco perché l’ obbligo per gli enti locali per la sicurezza degli edifici dove mandiamo i nostri figli non debba essere rispettato”.

“Quindi malgrado e spero non a discapito delle mie figlie, quest’anno, per lo meno fino a quando non verrà fatto quanto previsto dalle norme vigenti sulla sicurezza degli edifici scolastici, le mie figlie non entreranno a scuola in attesa che quanto previsto sia fatto”, conclude.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione