Vaccini, avvio Anagrafe nazionale: stanziati 2.500.000 euro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Avvio Anagrafe nazionale vaccini: il ministero della Salute dispone per l’anno 2019 di due milioni di euro, da ripartire tra le Regioni e le Province autonome.

Il 1° ottobre è stato pubblicato in GU il decreto del 15 luglio 2019, con il quale il ministero della Salute fornisce le indicazioni per il riparto dei finanziamenti tra le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano dei dati per l’Anagrafe nazionale dei vaccini, anche attraverso il riuso di sistemi informatici o di parte di essi già realizzati da amministrazioni regionali .

In totale sono 2.000.000 di euro per quest’anno, 500.000 euro annui a decorrere dal 2019. Questi i criteri per il loro utilizzo:

  • assicurare a Regioni e Province autonome una quota misurata da componente che varia, attraverso un criterio su base capitaria, cioè la quota di accesso pro capite stabilita secondo la popolazione presente (censimento Istat);
  • funzione compensativa: garantire a tutte le Regioni e le Province una quota dello stanziamento in conto capitale, in linea con quanto perseguito dal legislatore.

Il riparto del fondo è possibile vederlo nelle tabelle allegate al decreto.

Decreto Gazzetta Ufficiale

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione