Vaccini, autocertificazione e presentazione documentazione nel marzo del 2019

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ancora novità nel Milleproroghe, attualmente all’esame della Camera, dopo la cancellazione dell’emendamento che prevedeva il rinvio all’a.s. 2018/19 dell’obbligo vaccinale.

Vaccini, arriva emendamento che cancella proroga annuale per mettersi in regola

Nuovo emendamento

E’ stato presentato, come riferisce Repubblica.it, un nuovo emendamento al decreto Milleproroghe che, in sostanza, attribuisce valore di legge alla circolare Miur-Ministero della Salute che prevede la possibilità di presentare la sola autocertificazione in merito all’obbligo vaccinale per i minori da 0 a 16 anni.

L’emendamento presentato al Milleproroghe prevede la possibilità di autocertificare l’avvenuta vaccinazione dei figli per l’a.s. 2018/19.

Il termine per presentare poi i documenti di cui si certifica l’esistenza, scrive ancora Repubblica, sarà sempre il 10 marzo, ovviamente del 2019.

Autocertificazioni e Anagrafe vaccinale

Nelle regioni, in cui l’Anagrafe vaccinale è stata già istituita e che hanno aderito alla procedura semplificata (prevista dalla legge Lorenzin), l’autocertificazione, subentra in realtà dopo il controllo, in quanto le scuole hanno già inviato gli elenchi alle ASL, che li hanno restituiti con gli esiti. Nel caso di bambini non in regola, allora sarà possibile procedere all’autocertificazione, posto che gli stessi siano stati vaccinati o sia stato prenotato il vaccino.

Nelle regioni senza Anagrafe o che non hanno aderito alla procedura semplificata, invece, l’autocertificazione sarà precedente agli eventuali controlli.

Vaccini e iscrizioni a.s.2018/19, indicazioni Miur-Ministero Salute. Facciamo il punto

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione