Vaccini, accesso all’infanzia e al nido anche per i non vaccinati. Obbligatorietà resta

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Tutti i bambini saranno accolti a scuola, anche i non vaccinati, nonostante il divieto di accesso alla scuola dell’infanzia e al nido previsto dalla legge n. 119/2017.

E’ questa la linea del Governo, come leggiamo sul Corriere della Sera in un articolo di Margherita De Bac.

La circolare

Il ministro della Salute Giulia Grillo pubblicherà, a breve, una circolare con tutte le indicazioni relative alla nuova linea dell’esecutivo, concordata con il Miur.

L’obbligatorietà dei vaccini resta, tuttavia prevarrà una linea morbida con le famiglie inadempienti, permettendo ai bambini di frequentare la scuola (infanzia e nido).

Rinvio scadenza 10 luglio

Secondo quanto previsto dalla legge succitata, le famiglie che, in fase di iscrizione, hanno presentato un’autodichiarazione, devono presentare la relativa documentazione attestante l’avvenuta vaccinazione, l’omissione o il differimento, entro il 10 luglio 2018.

Il predetto termine dovrebbe essere prorogato per agevolare le famiglie.

Obbligatorietà

L’obbligatorietà delle vaccinazioni, come suddetto, sarà mantenuta. Queste, al riguardo, le parole del Ministro, come riferite dal Corriere della Sera:

“È un problema politico, dice Grillo, che sta smentendo con i fatti la sua nomea di no vax, e sarà eventualmente il Parlamento a rivedere questa impostazione contenuta nella legge dell’agosto 2017. “

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione