Vaccini, 2.000 controlli su autocertificazioni: 15 le false

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I Carabinieri del Nas hanno effettuato più di duemila controlli al giorno in tutta Italia per verificare se ci sono irregolarità nelle autocertificazioni per le vaccinazioni obbligatorie, presentate dai genitori dei bambini che a inizio anno scolastico frequenteranno asili nido e scuole materne.

Soltanto il 5 settembre i militari hanno eseguito 2.800 accertamenti a campione: 15 le autocertificazioni false dopo il riscontro presso le Asl di competenza.

Di queste, due le autocertificazioni false al Nord, 5 al Centro e 7 al Sud, i genitori sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per falso in atto pubblico commesso da privato.

I controlli andranno avanti anche nei prossimi giorni al ritmo di oltre 2.000 mila al giorno.

In provincia di Firenze i controlli sono stati fatti negli istituti di ogni ordine e grado, dai nidi alla scuole superiori.
In Friuli Venezia Giulia i carabinieri sono stati essenzialmente nelle scuole dell’infanzia e nelle primarie, delle quattro province, Udine, Trieste, Gorizia e Pordenone. In Molise non sembrano essere emerse irregolarità. In Emilia-Romagna è stata controllata una decina di istituti in ognuna delle province tra nidi, scuole d’infanzia e primarie. Finora non si hanno notizie di falsi. La Regione Lazio invece ha convocato per lunedì i responsabili dei servizi vaccinali delle Asl per avviare le procedure di controllo.

Tutte le regioni dovranno dotarsi di un’anagrafe vaccinale che poi inviera’ i dati all’anagrafe nazionale in corso di istituzione in Conferenza Stato Regioni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione