Vacanze di Pasqua al via, ma per tutti solo da giovedì

Stampa

TNM – Anche ritorno diversificato: stop 10 giorni in Umbria e Piemonte

TNM – Anche ritorno diversificato: stop 10 giorni in Umbria e Piemonte

Vacanze pasquali al via, ma solo per pochi alunni e docenti: la pausa scolastica è iniziata ieri negli istituti dell’Umbria e della provincia di Bolzano, mentre gli altri dovranno pazientare ancora. Con la campanella di oggi si fermeranno le lezioni in Calabria, Piemonte e per la Provincia di Trento, mentre domani, mercoledì 20, sarà l’ultimo giorno di attività didattica pre-pasquale in tutte le altre regioni e province rimanenti.

Sempre in base alle decisioni delle giunte locali, anche il ritorno in classe sarà diversificato: i primi a riaprire i cancelli – martedì 26 aprile – saranno gli istituti situati nella provincia di Bolzano; il giorno dopo toccherà a Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto. Giovedì 28 aprile ritorno in classe in Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Lazio e provincia di Trento. Assieme all’Umbria, le vacanze più lunghe si svolgeranno in Piemonte, dove le lezioni riprenderanno solo lunedì 2 maggio.

Per molti dei circa sette milioni di studenti, quella di Pasqua rappresenta anche l’ultima sospensione prima di giugno: poiché, infatti, quest’anno il 25 aprile ed il 1° maggio coincideranno rispettivamente con il lunedì dell’Angelo e la domenica, dovranno aspettare sino alla festa della Repubblica, giovedì 2 giugno, per vedere fermate le lezioni. Faranno eccezione le scuole-seggio dove a metà maggio (e se vi saranno i ballottaggi anche due settimane dopo) sono state fissate le elezioni amministrative.

Per quanto riguarda, invece, la fine dell’anno scolastico, quest’anno i più solleciti saranno studenti e professori di Puglia e Marche, dove l’ultimo giorno di attività didattica è previsto per l’8 giugno 2011. Il giorno dopo, il 9 giugno, sarà la volta del Veneto, seguito dalla Sardegna il 10 giugno.

Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana, Trentino, Umbria e Valle d’Aosta termineranno l’anno scolastico 2010/11 sabato 11 giugno. In Liguria solo il 15 giugno. Gli ultimi a lasciare i banchi saranno gli alunni del Trentino, il 16 giugno. Per tutte le scuole d’infanzia, invece, la data di chiusura sarà la stessa: il 30 giugno.

Per gli studenti delle classi terminali ci sarà poi la tradizionale ‘coda dovuta agli esami di fine corso: la verifica scritta standard preparata dall’Invalsi, da un paio d’anno obbligatoria per tutti i candidati a conseguire la licenza media, si svolgerà il 20 giugno alle 8,30; 48 ore dopo, il 22 giugno, sempre alle 8,30 prenderà il via la maturità 2011.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia