Utilizzo e vigilanza nelle palestre: in allegato modello di disposizione dirigenziale uso della palestra

WhatsApp
Telegram

La palestra e le relative strutture sportive sono utilizzate esclusivamente per le lezioni di educazione fisica, per le esercitazioni inerenti le attività dei gruppi sportivi scolastici e per progetti inerenti l’educazione motoria che rientrano nel PTOF . In via eccezionale l’Ufficio del dirigente scolastico può concedere l’uso della palestra per altre attività scolastiche, ferma restando la responsabilità di coloro che ne usufruiscono per la vigilanza sugli alunni e gli eventuali danneggiamenti alle strutture ed agli attrezzi.

Accesso alle palestre, al campo di calcio e alle altre strutture sportive esterne alla palestra

Il docente consentirà l’accesso alle palestre/campo di calcio e alle altre strutture sportive esterne alla palestra, solo agli studenti che devono svolgere l’ora di lezione di scienze motorie e sportive/educazione fisica e durante l’ora stessa. L’accesso alla palestra/campo di calcio e alle altre strutture sportive esterne alla palestra – si legge nella pregevole direttiva del dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Angelo Maria Maffucci” di Callitri (AV) guidato con grande capacità organizzativa e gestionale dal DS Dott. Deborah De Meo – è consentito solo se provvisti di scarpe ginniche ad uso esclusivo della palestra/campo di calcio, e di indumenti adeguati all’attività sportiva.

I divieti all’utilizzo delle strutture

È vietato agli studenti entrare in palestra/campo di calcio, o usare gli attrezzi se non in presenza dell’insegnante di scienze motorie e sportive/educazione fisica. L’accesso alle palestre/campo di calcio, al di fuori dell’orario di lezione è consentito allo studente solo se specificamente autorizzato dal docente e sotto la sua personale responsabilità e vigilanza. È fatto assoluto divieto agli alunni non impegnati nelle lezioni di scienze motorie e sportive/educazione fisica, ovvero ad estranei, di trattenersi in palestra/campo di calcio, o nei locali adiacenti alle stesse strutture sportive. La presenza di persone non autorizzate sarà segnalata dagli insegnanti e/o dal personale ATA all’Ufficio del dirigente scolastico, come si evince nella direttiva del dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Angelo Maria Maffucci” di Callitri (AV).

Responsabilità dei docenti e del personale ATA in palestra/campo di calcio e alle altre strutture sportive esterne alla palestra

La vigilanza nelle palestre /campo di calcio e alle altre strutture sportive esterne alla palestra, è affidata al docente dell’ora di lezione, ovvero ai docenti delle classi che si rechino contemporaneamente nella stessa palestra. Il docente, durante lo svolgimento delle lezioni nella palestra/campo di calcio, deve assicurare una idonea vigilanza sugli studenti ed osservare le norme generali sulla vigilanza di cui alle presenti disposizioni.

Nel corso delle lezioni ogni insegnante è responsabile del corretto uso degli attrezzi e del riordino e della custodia del materiale utilizzato al termine della lezione.

La denuncia dell’infortunio

Il docente in servizio segnalerà tempestivamente all’Ufficio del dirigente scolastico, compilando e sottoscrivendo l’apposito modulo di denuncia d’infortunio, tutti gli incidenti anche di minor gravità che si dovessero verificare nel corso dell’attività sportiva, così come specificato nel Regolamento d’Istituto. L’eventuale infortunio, del quale l’insegnante non si avveda al momento dell’accaduto – si legge nella direttiva del dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Angelo Maria Maffucci” di Callitri (AV) Dott. Deborah De Meo – deve essere denunciato verbalmente dall’alunno all’insegnante entro la fine della lezione o al massimo entro la fine delle lezioni della stessa giornata in cui è avvenuto l’infortunio. E’ compito del collaboratore scolastico di turno chiudere a chiave, durante le ore di lezione, il locale spogliatoio, ove sono situati gli armadietti utilizzati dagli studenti per riporre gli indumenti e gli oggetti personali. I docenti di scienze motorie e sportive sono tenuti a prelevare i loro alunni della loro ora di lezione dalla classe secondo l’orario pubblicato e riaccompagnarli nella loro stessa classe al termine dell’ora di lezione.

Alcune direttive del dirigente scolastico

A seguire alcune delle direttive che potrebbe disporre il dirigente scolastico, a cui gli alunni e i docenti di scienze motorie e sportive, sono tenuti ad attenersi nello svolgimento del loro lavoro durante il loro orario di lezione. Per svolgere la loro lezione in palestra/campo di calcio, i docenti di scienze motorie e sportive (educazione fisica), sono tenuti a prelevare i loro alunni della loro ora di lezione secondo il loro orario di servizio in vigore, già pubblicato, e riaccompagnarli nella loro stessa classe al termine della loro ora di lezione. Per evitare accumuli di dannosi e prevedibili ritardi rispetto al regolare svolgimento delle lezioni, i docenti devono:

  • prelevare i loro alunni nelle loro classi al suono della campanella dell’ora corrispondente alla lezione;
  • accompagnare gli alunni in palestra/campo di calcio;
  • svolgere la lezione;
  • smettere le attività prima del termine della loro ora di lezione per fare in modo che gli alunni si preparino in tempo utile per il ritorno nelle loro classi situate nel plesso centrale ;
  • permettere agli alunni di recarsi negli spogliatoi e cambiarsi le scarpe e i vestiti, onde evitare di far asciugare il sudore addosso mentre si è di nuovo esposti alle basse temperature esterne, soprattutto nella stagione fredda;
  • riaccompagnare gli alunni nelle loro classi, in tempo utile per l’inizio della loro lezione successiva.

Gli obblighi dei docenti

Durante la permanenza degli studenti in palestra/campo di calcio o altre strutture:

  • Gli insegnanti sono obbligati ad una costante vigilanza sugli alunni e ad una vigile presenza.
  • Gli insegnanti sono obbligati a spiegare agli alunni la tipologia di attività in cui essi verranno coinvolti, la tipologia e le implicazioni di uso delle attrezzature utilizzate, gli spazi idonei allo svolgimento delle attività, i loro limiti di utilizzo e movimento, le regole di comportamento da seguire prima di svolgere qualsiasi attività, specie quelle comportanti spostamenti e corsa.
  • Gli insegnanti si preoccuperanno di valutare che lo svolgimento delle attività avvenga in spazi idonei alle concrete esigenze delle stesse.

Gli spostamenti da e per la palestra, e ritorno in aula

Durante gli spostamenti da e per la palestra, e ritorno in aula, gli alunni sono sempre accompagnati dal loro docente. L’ingresso e l’uscita dal plesso centrale deve avvenire solo ed esclusivamente dal portone principale che affaccia sul cortile antistante l’edificio centrale. Per ragioni di sicurezza, è fatto divieto assoluto di utilizzare altre uscite oltre quella sopra individuata. Agli alunni – si legge nella direttiva del dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Angelo Maria Maffucci” di Callitri (AV) – è fatto divieto di allontanarsi dalla loro aula e raggiungere senza il loro docente le palestre/campo di calcio o, viceversa, le loro aule, una volta terminata la lezione di scienze motorie e sportive (educazione fisica). La scrupolosa osservanza delle disposizioni del dirigente scolastico non solo aumenterà il grado di sicurezza, di ordine e di efficienza delle lezioni, ma anche inutili e dannosi motivi di incomprensione tra il dirigente scolastico e gli utenti, siano essi docenti, collaboratori scolastici che studenti, e di provvedimenti di irrogazione di sanzioni disciplinari ove mai se ne ravvedesse il bisogno.

Disposizione dirigenziale uso della palestra

In allegato il modello della “Disposizione dirigenziale uso della palestra” predisposta dal dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “G. Monaco di Pomposa – T. Levi Civita” di Codigoro (FE) prof. Carmine Iannicelli, una vera rarità tra i dirigenti dello Stato italiano.

Circolare contenente Disposizione_dirigenziale Uso_della_palestra

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur