Utilizzo dei laboratori tecnologici elettrici/elettronici: un esempio di regolamento

WhatsApp
Telegram

I laboratori tecnologici elettrici/elettronici si occupano della progettazione, realizzazione e sviluppo di strumenti di misura, acquisizione ed elaborazione dati, attività di montaggio e collaudo, e tanto altro che ciascuna scuola definisce a seconda delle proprie specificità. I laboratori, però, possono rappresentare un luogo di particolare pericolo per l’incolumità fisica del personale che vi opera, il cui comportamento dovrà essere improntato alla massima attenzione nell’uso dei macchinari e delle attrezzature, sempre nel rispetto della normativa vigente. L’attenzione alla sicurezza costituisce un fattore imprescindibile e, pertanto, è considerata pratica integrante all’attività laboratoriale elettrico/elettronica. Tutte le attività, come previsto dal D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 Testo Unico sulla sicurezza, in vigore dal 15.05.2008 e integrato e modificato dal D. Lgs. 106/2009, devono essere svolte in condizioni di sicurezza personale e ambientale, e, quindi, anche se, per ogni esperienza verranno fornite dettagliate istruzioni operative riguardanti quel particolare tipo di lavoro-esercitazione, è sempre necessario seguire attentamente alcune disposizioni generali.

Accesso ai locali

L’accesso ai locali del laboratorio – come si legge nell’apposito “Regolamento” dell’istituto di Istruzione Superiore “S. Benedetto” Ist. Professionale di Stato per l’enogastronomia e l’ospitalità Alberghiera Manutenzione E Assistenza Tecnica, Servizi Socio-Sanitari, Produzioni Tessili Industriali, Gestione delle Acque e Risanamento Ambientale” di Cassino diretto dal dirigente scolastico professoressa Maria Venuti, capace manager dello Stato – è consentito solo alle persone espressamente autorizzate dal D.S. con documento scritto; si intendono comunque autorizzati tutti i docenti tecnico-pratici e quelli delle discipline teoriche professionalizzanti, responsabili delle esercitazioni elettriche ed elettroniche, gli assistenti tecnici e il personale ausiliario espressamente indicato dal D.S.G.A. Il D.S. nomina all’inizio di ogni anno scolastico un responsabile di laboratorio.

L’accesso al Laboratorio, in orario diverso da quello ufficiale, per classi dell’Istituto o di altre scuole, con Insegnanti che non siano della materia specifica, è consentito qualora ci sia l’autorizzazione del Dirigente Scolastico e il Responsabile del Laboratorio ne sia informato.

Come si comporta il personale

I docenti non espressamente autorizzati che intendono accedere ai locali ed usufruire delle attrezzature per periodi limitati, come si legge nell’allegato “Regolamento Utilizzo dei laboratori tecnologici elettrici/elettronici”, devono avanzare, previo accordo con il coordinatore del laboratorio, richiesta scritta al D.S. e nella richiesta devono essere indicati: data, ora, classe, personale coinvolto, attrezzatura che si desidera utilizzare, nonché breve descrizione dei lavori che si intende eseguire. Tutto il personale dell’istituto, nonché terzi, che per motivi non espressamente legati alle attività di laboratorio, devono comunque accedere ai locali di quest’ultimo, sono tenuti a sostare solo presso l’entrata dei locali adibiti alla preparazione delle esercitazioni. Il personale addetto ai controlli di sicurezza, alla manutenzione e riparazione dei locali o delle attrezzature, ha libero accesso solo se accompagnato dal personale autorizzato. I locali del laboratorio devono rimanere chiusi quando non vi si svolge attività didattica o non è presente il personale addetto. In assenza di tale personale è vietato a chiunque accedere nei reparti o nei laboratori;

L’accesso degli studenti

Gli studenti accedono ai locali del laboratorio solo se accompagnati da un docente dell’area tecnica responsabile. Eventuali visite ai locali adibiti a laboratorio, devono essere autorizzate dal responsabile di laboratorio e comunque guidate da personale autorizzato.

Uso delle macchine elettriche, dei dispositivi elettrici ed elettronici, degli strumenti di misura e delle attrezzature

L’uso di qualunque attrezzatura, delle macchine elettriche degli strumenti di misura e delle attrezzature, è consentito solo ai docenti teorici e pratici (ad esempio coloro che insegnano discipline come LTE, TEEA, TIM, TTRG dell’area elettrico-elettronica), responsabili delle esercitazioni laboratoriali e agli assistenti tecnici preposti. Detto personale, in possesso di formazione propria specifica necessaria per la nomina nella mansione, deve essere informato e formato ai sensi dell’art. 36 e 37 del D. lgs. 81/08 relativo ai rischi per la sicurezza e la salute derivati dall’uso delle attrezzature e di eventuali prodotti chimici presenti in quel laboratorio.

Il personale ausiliario

Al personale ausiliario sono attribuiti compiti di mera pulizia dei locali previa formale informazione a cura del responsabile di laboratorio sui rischi per la sicurezza e la salute presenti nel laboratorio. Il personale autorizzato – come si legge nell’eccezionale “Regolamento” dell’istituto di Istruzione Superiore “S. Benedetto” Ist. Professionale di Stato per l’enogastronomia e l’ospitalità Alberghiera Manutenzione E Assistenza Tecnica, Servizi Socio-Sanitari, Produzioni Tessili Industriali, Gestione delle Acque e Risanamento Ambientale” di Cassino – si intende anche qualificato e quindi responsabile del proprio operato soprattutto per ciò che concerne le norme di sicurezza. È possibile utilizzare solo le attrezzature e le macchine di cui si conoscono i manuali di uso e le sostanze di cui si conoscono le schede di sicurezza. È vietata qualsiasi manomissione o riparazione straordinaria dei macchinari e delle attrezzature presenti nel laboratorio senza esplicita autorizzazione del DS, previa redazione di apposito progetto ed adozione dei Dispositivi di Protezione necessari; nonché messa a conoscenza del responsabile del laboratorio che lo comunicherà a tutti i frequentatori dello stesso.

Uso dei dispositivi di Protezione Individuale (DPI)

Nei laboratori elettrici/elettronici non è obbligatorio utilizzare particolari dispositivi di protezione, ma si esorta ad usare indumenti consoni, evitando camicie con maniche svolazzanti, che potrebbero impigliarsi in macchine elettriche in movimento e scarpe con suola in gomma.

Norme di Comportamento Generali

Nei laboratori è vietato:

  • fumare;
  • mangiare;
  • tenere comportamenti tali da mettere in pericolo la propria incolumità o quella altrui;
  • spostare e/o asportare materiali;
  • usare attrezzature senza prima accertarsi delle caratteristiche e modalità d’uso presso l’insegnante;
  • usare mezzi antincendio senza necessità;
  • toccare con le mani bagnate parti elettriche anche se ritenute ben protette.

Nei laboratori è obbligatorio

Nei laboratori è obbligatorio:

  • attenersi sempre alle norme di sicurezza illustrate dagli insegnanti;
  • usare i DPI, qualora necessari;
  • gli allievi devono obbligatoriamente dichiarare agli insegnanti ogni infortunio a loro capitato, immediatamente, anche se di piccola entità;
  • gli Insegnanti devono denunciare al Dirigente Scolastico gli infortuni che sono accaduti e, successivamente, studiare i metodi per impedire che si verifichino ulteriormente;
  • i rifiuti che si producono in ogni laboratorio, a seconda delle loro caratteristiche, vanno gettati negli appositi cestini, come indicato dal personale insegnante ed ATA presente in quel laboratorio.

Le postazioni di lavoro

  • Sulle postazioni di lavoro valgono le seguenti procedure come, tra l’altro, indicate anche nel documento a firma del direttore dei laboratori Prof. Antonio C. Redi:Dal momento dell’assegnazione del posto di lavoro, l’alunno è responsabile dello stesso;
  • Ogni strumento di misura e controllo, gli utensili occorrenti per lo svolgimento dell’esercitazione, i componenti elettrici/elettronici necessari per la realizzazione delle esperienze, saranno consegnati agli studenti dall’assistente tecnico, il quale alla fine della lezione provvederà al controllo e riordino degli stessi;
  • Eventuali danni riscontrati, all’inizio della lezione, devono essere segnalati all’assistente tecnico preposto al laboratorio o all’insegnante.

Norme di comportamento per gli studenti

Quali norme di comportamento devono seguire gli studenti? Eccole a seguire per come sono state individuate nello strumento regolamentare preso come esempio eccellente:

  • Gli studenti devono eseguire solo ciò che è stato indicato dal docente responsabile;
  • Gli studenti sono collegialmente responsabili dei danni provocati al materiale di uso comune fatto salvo i casi di palese responsabilità individuale;
  • In caso di sottrazione, mancata riconsegna o scarsa diligenza nell’utilizzo del materiale e delle attrezzature date in consegna all’alunno o da lui utilizzate durante l’esercitazione, l’insegnante teorico o l’insegnante tecnico pratico, dovranno tempestivamente farne rapporto alla Dirigenza per i necessari provvedimenti;
  • Gli studenti non possono usare macchine, strumenti, attrezzature e prodotti chimici se non dietro personale autorizzazione dell’insegnante;
  • All’inizio di ogni esercitazione ciascuno studente deve controllare che il proprio posto di lavoro sia in condizioni normali e che le varie attrezzature siano funzionali; se riscontra anomalie è tenuto ad informare l’insegnante tecnico pratico;
  • Al termine dell’esercitazione, le varie attrezzature e utensilerie utilizzate, vanno riconsegnate in perfetta efficienza all’assistente tecnico, che provvederà a riporle negli appositi armadi;
  • I singoli Allievi o le Classi responsabili di rotture o danneggiamenti (macchine, apparecchi e quant’altro) sono tenuti al risarcimento dei danni provocati;
  • Al termine delle lezioni, sarà compito degli alunni rimettere in ordine il laboratorio lasciando la postazione di lavoro pulita e sgombra da ogni utensile o apparecchiatura utilizzata.

31.03.2022 – allegato – Regolamento_Lab._Tecnol._Elettrico-Elettronici

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur