Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie 2016/17, ecco il testo dell’Ipotesi di CCNI

Stampa

Come abbiamo riferito in "Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2016/17: i sindacati hanno firmato. Confermate anticipazioni su scelta scuole e province", è stato firmato il CCNI concernente le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e ATA per l'a.s. 2016/17. 

Come abbiamo riferito in "Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2016/17: i sindacati hanno firmato. Confermate anticipazioni su scelta scuole e province", è stato firmato il CCNI concernente le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e ATA per l'a.s. 2016/17. 

Le assegnazioni avverranno, nonostante non fosse scontato, su scuola per tutti i docenti sia quelli neo assunti che quelli immessi in ruolo entro l'a.s. 2014/15.

L'assegnazione, com'è noto,  può essere richiesta da tutti i docenti di ogni ordine e grado, ivi compresi i titolari di ambito, indifferentemente per uno dei seguenti motivi:
– ricongiungimento al coniuge o al convivente, ivi compresi parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica;
– ricongiungimento ai figli o agli affidati con provvedimento giudiziario;
– gravi esigenze di salute del richiedente comprovate da certificazione sanitaria;
– ricongiungimento ai genitori.

L'assegnazione, come anticipato da orizzonte scuola,  può essere richiesta per una sola provincia; soltanto i docenti assunti da GM nell'ambito del piano straordinario di assunzioni possono scegliere,  in subordine alla provincia scelta come meta ambita, altre province della stessa regione, se coincidente con quella di inclusione nella graduatoria di merito del concorso.

Altra novità, oltre a questa sopra citata relativa ai detti docenti assunti da GM, riguarda la precedenza prevista per il padre/madre lavoratore/lavoratrice (vedi al riguardo "Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2016: ci sono novità nelle precedenze per i figli"):  i genitori che hanno figli fino a 6 anni avranno precedenza sia nei movimenti provinciali che interprovinciali, mentre per le sole assegnazioni interprovinciali è riconosciuta la precedenza per figli fino ai 12 anni. I 6 e i 12 anni possono essere compiuti fino il 31/12/2016.

Ecco il testo: Scaricalo

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur