Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2013, proseguono incontri al Miur

di Lalla
ipsef

Lalla – Il resoconto dello Snals. Si spera di chiudere il contratto entro il 31 maggio, dal momento che il passaggio alla Funzione Pubblica potrebbe richiedere anche 30 giorni di tempo.

Lalla – Il resoconto dello Snals. Si spera di chiudere il contratto entro il 31 maggio, dal momento che il passaggio alla Funzione Pubblica potrebbe richiedere anche 30 giorni di tempo.

SNALS – E’ proseguito, nella mattinata di oggi, il confronto tra Amministrazione e OO.SS. firmatarie del CCNL per definire l’Ipotesi di CCNI relativo alle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente educativo ed ATA per l’a.s. 2012-13.

In particolare, nell’incontro odierno, si è proceduto ad una rilettura degli artt. da 12 a 22 della Ipotesi di CCNI 12/5/2011 (mai sottoscritta in via definitiva) relativa alle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’a.s. 2011/12.

La discussione odierna ha tenuto conto anche dei rilievi formulati in data 15/7/2011 dalla Funzione Pubblica e dal MEF sulla Ipotesi di contratto relativo al 2011/12, rilievi che hanno avuto come conseguenza la mancata sottoscrizione definitiva del CCNI da parte delle OO.SS. e l’emanazione, da parte del Ministro della Ordinanza Ministeriale.

Lo SNALS-Confsal ha sottolineato l’importanza dell’Accordo raggiunto la settimana scorsa tra Funzione Pubblica e Confederazioni Sindacali, nel quale, tra l’altro, le parti hanno concordato “sulla necessità dell’emanazione di un provvedimento legislativo che riguardi: il riconoscimento della contrattazione collettiva e del CCNL come la fonte deputata alla determinazione dell’assetto retributivo e di valorizzazione dei lavoratori pubblici nel rispetto dei ruoli organizzativi e di rappresentanza delle parti, fermo restando quanto previsto all’art. 2, comma 3 del D.lgs 165/01, relativamente alle prerogative contrattuali attinenti il rapporto di lavoro;….“ nonché: “…..il pieno riconoscimento del ruolo negoziale e delle prerogative delle RSU nei luoghi di lavoro nelle materie previste dal CCNL”……

La nostra Delegazione ha ricordato, inoltre, che nel testo dell’Accordo si legge, altresì, “prevedere discipline specifiche per alcuni settori di attività, quali quello della sanità e assistenza, della ricerca e dell’istruzione…”.

Alla luce di tale importante Accordo, raggiunto in sede confederale, il nostro Sindacato si batterà, pur nelle more dell’emanazione dello specifico provvedimento legislativo citato nell’Accordo, perché nella Ipotesi di CCNI relativo alle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, si ribadisca il richiamo agli specifici ambiti contrattuali previsti dal CCNL 29/11/2007 in materia di contrattazione integrativa di secondo livello e agli ambiti territoriali della stessa.

Nella discussione odierna degli artt. relativi al personale ATA sono stati discussi, ma non ancora definiti, tra l’altro, i testi degli ex artt. 11 bis (direttore dei servizi generali e amministrativi – posti disponibili o vacanti – copertura), e art. 13 (ulteriori criteri per la determinazioni delle disponibilità riferiti al profilo di Direttore dei servizi generali e amministrativi).

La discussione proseguirà negli incontri già calendarizzati per i giorni 28-29 e 31 maggio, con la precisa volontà della nostra delegazione di pervenire, quanto prima, alla definizione dell’Ipotesi di contratto, comunque entro il 31 maggio p.v., affinché l’Ipotesi possa essere, quanto prima, sottoposta alla verifica congiunta da parte di Funzione Pubblica e MEF.

Eventuali ulteriori ritardi e, in conseguenza, una verifica tardiva, potrebbero, inevitabilmente, avere ricadute negative sulla tempestività delle operazioni di utilizzazioni e assegnazione provvisoria e, su tutte le altre operazioni successive (contratti a tempo indeterminato o determinato etc..).

Versione stampabile
anief
soloformazione