Utilizzazioni, assegnazioni provvisorie, immissioni in ruolo: tutto in 15 giorni. E le supplenze?

Di
Stampa

redazione – Tabella di marcia serrata per gli Uffici Scolastici, dopo la pausa di ferragosto. C’è da garantire l’ordinato avvio dell’a.s. 2014/15, con gli insegnanti di ruolo con una sede.

redazione – Tabella di marcia serrata per gli Uffici Scolastici, dopo la pausa di ferragosto. C’è da garantire l’ordinato avvio dell’a.s. 2014/15, con gli insegnanti di ruolo con una sede.

Dopo la pubblicazione delle graduatorie ad esaurimento definitive (la tabella dovrebbe completarsi nel corso di questa settimana), le prime operazioni da compiere sono, nell’ordine, utilizzazioni e assegnazioni provvisorie.

Si tratta di operazioni che interessano esclusivamente i docenti di ruolo. Finora gli uffici scolastici hanno per lo più pubblicato le graduatorie, ma non ancora determinato le assegnazioni vere e proprie.

I precari hanno gli occhi puntati soprattutto sulle utilizzazioni, dato che il docente di ruolo in esubero va sistemato prima delle nomine in ruolo e solo sui posti disponibili è possibile effettuare nuove nomine. Purtroppo l’elenco dei docenti in esubero è lungo soprattutto per la scuola secondaria di II grado. Elenco

Segui su Facebook le news della scuola

Poi verranno le immissioni in ruolo. Nella maggior parte dei casi le operazioni riguarderanno gli ultimi giorni di agosto (quest’anno c’è la deroga al 1° settembre, dato che il 31 è festivo). Gli Uffici Scolastici e regionali pubblicheranno i relativi calendari. Dapprima i docenti convocati dalle graduatorie di merito del concorso dovranno scegliere la provincia e poi, convocati insieme ai docenti delle graduatorie ad esaurimento, vi sarà la scelta della sede. Documenti utili: modello delega e modello rinunciaNeo immessi in ruolo scelgono per l’a.s. 2014/15 una sede provvisoria.

E le supplenze? Quanti uffici Scolastici, alle prese con queste operazioni, potranno garantire un contratto dal 1° settembre anche ai supplenti delle Graduatorie ad esaurimento? Qualcuno sì, ma pochi a livello statistico. Negli anni scorsi sono stati molti di più i contratti stipulati entro l’inizio delle lezioni (la decorrenza economica del contratto decorre dal giorno di nomina indicato sul contratto), se non addirittura dopo (e non nascondiamo che fino ad autunno inoltrato ci sono operazioni di nomina)

Perchè fino a qualche anno fa invece si riusciva a garantire almeno la nomina dei supplenti dalle Graduatorie ad esaurimento entro il 1° settembre?

Le procedure si sono complicate o piuttosto anche gli Uffici scolastici sono passati sotto la scure della spending review e lavorano con organico ridotto, costretti ad interrompere il ricevimento del pubblico durante il mese di agosto.

Stampa

Personale all’estero: preparati al colloquio!