Utilizzazioni, assegnazioni: indicazioni e chiarimenti

di redazione
ipsef

Il MIUR ha emanato la nota prot. n. 6268 del 26 luglio 2011 contenente Indicazioni applicative e comunicazioni relative alle assegnazioni e utilizzazioni. Oltre a chiarimenti al ruolo dei sindacati sui criteri per la determinazione dei posti, nonchè l’anticipazione di un tavolo per affrontare i temi dell’assegnazione dei docenti e direttori amm.vi ai plessi o sedi, nonchè sui docenti inidonei.

Il MIUR ha emanato la nota prot. n. 6268 del 26 luglio 2011 contenente Indicazioni applicative e comunicazioni relative alle assegnazioni e utilizzazioni. Oltre a chiarimenti al ruolo dei sindacati sui criteri per la determinazione dei posti, nonchè l’anticipazione di un tavolo per affrontare i temi dell’assegnazione dei docenti e direttori amm.vi ai plessi o sedi, nonchè sui docenti inidonei.

Con tale nota il Ministero fornisce alcune precisazioni con riguardo all´art. 3 dell’ordinanza nella quale è previsto "che i criteri per la determinazione del quadro complessivo delle disponibilità dei posti utilizzabili per la mobilità provvisoria a livello di singola regione siano determinati dalle Direzioni regionali, sentite le OO.SS".

Con l’art. 3 della notta, il MIUR, sottolinea che "in sede di informativa, sia riposta ogni consentita disponibilità alle istanze rappresentate dalle OO.SS., al fine di favorire, quanto più possibile, attraverso il loro pieno coinvolgimento, la condivisione dei criteri per un corretto e proficuo utilizzo del personale docente nelle singole realtà territoriali."

Inoltre, la nota, comunica l’impegno:

  • ad aprire un tavolo di riflessione e approfondimento con le OO.SS. sui temi e sui nodi critici relativi alla disciplina delle materie di cui agli articoli 4, 15 (assegnazione del personale nei circoli o istituti articolati in più plessi e/ o sedi), 11 bis (copertura dei posti disponibili e/ ovacanti di direttore dei servizi generali e amm.vi) e 21 (attività di formazione finalizzata alla riconversione professionale) dell’ ipotesi di contratto collettivo sopra richiamata, che il Dipartimento per la funzione pubblica, in sede di controllo, ha ritenuto di non ammettere a certificazione;
  • a diramare le disposizioni per dare attuazione a quanto previsto dall’ art. 19, commi 12 e 13, del citato decreto legge 6 luglio 2011, n.98 convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n.111, (entrata in vigore il 17 luglio) in ordine alla collocazione del personale docente dichiarato permanentemente inidoneo per motivi di salute (a domanda, nei ruoli del personale ATA, e d’ufficio, nei ruoli delle pubbliche amministrazioni per mobilità intercompartimentale, previa individuazione delle pubbliche amministrazioni destinatarie del predetto personale, da effettuarsi con Decreto interministeriale da adottare entro 90 giorni dall’ entrata in vigore della legge stessa).

Vai allo speciale

Versione stampabile
anief
soloformazione