Utilizzazioni 2022, docenti appartenenti a ruoli in esubero: domande e province. Ordine operazioni

WhatsApp
Telegram

I docenti, appartenenti a ruoli, posti o classi di concorso in esubero, possono presentare domanda di utilizzazione. Per quali posti? Per quale provincia?

Domande

Le domande di utilizzazione (e assegnazione provvisoria) si possono presentare sino al 4 luglio 2022, tramite Istanze Online, cui accedere con le credenziali SPID (la domanda è cartacea solo per gli insegnanti di religione cattolica e per il personale educativo).

Utilizzazione

La domanda di utilizzazione, secondo quanto disposto dal CCNI 2019/22 (prorogato per l’a.s. 2022/23), può essere presentata dai docenti in possesso di determinati requisiti.  Ecco quali 

Tra coloro che possono presentare istanza di utilizzazione rientrano i docenti appartenenti a ruoli, posti o classi di concorso in esubero.

Docenti appartenenti a ruoli/posti/classi di concorso in esubero

I docenti, appartenenti a ruoli/posti/classi di concorso in esubero, sono coloro i quali hanno una sede di titolarità, il cui ruolo/posto/classe di concorso di appartenenza tuttavia è in esubero, cioè nella provincia di titolarità vi sono più docenti rispetto al numero di posti per quel determinato ruolo/posto/classe di concorso. Conseguentemente, vi sono alcuni colleghi senza sede di titolarità e quindi in esubero su provincia.

Quali domande

I suddetti docenti possono presentare istanza di utilizzazione provinciale per:

  1. altro ruolo, posto o classe di concorso (altro rispetto a quello di titolarità) per cui hanno titolo, ossia per cui sono in possesso della specifica abilitazione;
  2. nell’ambito del ruolo di appartenenza, posti di sostegno anche senza titolo di specializzazione, nei limiti dell’esubero e solo dopo aver accantonato un numero di posti di sostegno corrispondente ai docenti specializzati aspiranti a rapporto di lavoro a tempo indeterminato e determinato;
  3. progetti di cui all’art 1, comma 65 della legge 107/15, conferibili solo in assenza di qualsiasi posto disponibile ed assegnabile a livello provinciale (in particolare, possono essere utilizzati, a domanda, sui posti delle sedi di organico dei CPIA i docenti delle classi di concorso A-45 e A-46 nell’ambito del progetto nazionale di educazione finanziaria per gli adulti).

I medesimi docenti possono, inoltre, presentare istanza di utilizzazione per una provincia diversa da quella di titolarità (ove permanga la situazione di esubero nel posto o nella classe di concorso della provincia di appartenenza). In tal caso, l’utilizzazione è disposta nell’ordine:

  1. su posto/classe di concorso di titolarità;
  2. in subordine su posti comunque disponibili per i quali il docente sia in possesso del previsto titolo di abilitazione.

Quanto ai docenti, appartenenti a classi di concorso in esubero (quindi della sola scuola secondaria), in possesso del titolo di specializzazione su sostegno conseguito al termine dei corsi biennali organizzati dall’amministrazione scolastica ovvero dei corsi intensivi, nonché per quelli che abbiano superato o stiano frequentando i corsi di riconversione professionale, si procede a proroghe anche d’ufficio e a nuove utilizzazioni a domanda. Per i predetti docenti in possesso del titolo conseguito a seguito dei corsi intensivi si procede anche d’ufficio, tenuto conto dell’impegno assunto al momento della partecipazione ai corsi stessi.

Ordine operazioni

L’ordine delle utilizzazioni dei docenti oggetto del presente articolo, come quello di tutte le operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria, è indicato nell’allegato 1 “Sequenza operativa: Utilizzazioni, Assegnazioni provvisorie e assegnazioni di sede provvisoria – personale docente” al CCNI 2019/22.

In base a quanto leggiamo nella suddetta sequenza operativa, le utilizzazioni dei docenti appartenenti a ruoli, posti o classi di concorso in esubero avvengono nell’ordine seguente:

  • utilizzazione su sostegno a domanda dei docenti dell’art. 2 comma 1 lettera e) ed f) titolari su posto comune – tale operazione nella sequenza operativa è contrassegnata dal n. 13 (i numeri indicano l’ordine delle varie operazioni; la lettera “e” prima riportata è quella di nostro interesse);
  • conferma a domanda e, successivamente, utilizzazione a domanda del docente, appartenente a posto o classe di concorso con esubero nella provincia, in posto o classe di concorso diversi da quelli di titolarità, ivi compresi i docenti di cui all’art. 2 c. 3 lettere a), b), c) – tale operazione nella sequenza operativa è contrassegnata dal n. 28;
  • conferma a domanda e successiva utilizzazione a domanda del docente proveniente da altro ruolo, appartenente a posto o classe di concorso con esubero nella provincia, in posto o classe di concorso diversi da quelli di titolarità ivi compresi i docenti di cui all’art. 2 c. 3 lettere a), b), c) – tale operazione nella sequenza operativa è contrassegnata dal n. 30;
  • conferma a domanda e, successivamente, utilizzazione su sostegno a domanda dei docenti titolari di posto comune specializzati, appartenenti allo stesso ruolo o classe di concorso provenienti da altra provincia in cui ci sia situazione di esubero – tale operazione nella sequenza operativa è contrassegnata dal n. 34;
  • proroga a domanda e, successivamente, utilizzazione su sostegno a domanda dei docenti titolari di posto comune specializzati appartenenti a diverso ruolo o classi di concorso, provenienti da altra provincia in cui ci sia situazione di esubero – tale operazione nella sequenza operativa è contrassegnata dal n. 35;
  • utilizzazione su tipo posto comune a domanda dei docenti provenienti da altra provincia in cui ci sia situazione di esubero – tale operazione nella sequenza operativa è contrassegnata dal n. 38.

Come si nota da quanto sopra riportato, si parla anche di proroghe e conferme a domanda, nel senso che il medesimo docente, appartenente a ruoli/posti/classi di concorso in esubero, potrebbe essere già stato utilizzato l’anno precedente, per cui può chiedere proroga/conferma.

Quanto ai docenti di cui all’art. 2, comma 3 – lettere a), b), c) sopra citati, sono quelli in esubero su provincia (quindi appartenenti a posto, classe di concorso o ruolo in esubero), i quali possono essere utilizzati anche d’ufficio, essendo privi di sede di titolarità (diversamente dai docenti suddetti, ossia appartenenti a ruoli, posti o classi di concorso in esubero, senza essere loro stessi in esubero e quindi titolari di sede). L’utilizzazione  di tali docenti avviene nell’ambito di un unico grado, nel seguente ordine:

  1. insegnamenti richiesti per l’utilizzazione a domanda per i quali si possiede l’abilitazione;
  2. altri insegnamenti per cui si possiede l’abilitazione;
  3. insegnamenti a cui può accedere sulla base dei titoli di studio posseduti. L’utilizzazione d’ufficio su posti di sostegno del personale in soprannumero è disposta solo se l’interessato sia in possesso del previsto titolo di specializzazione, nonché qualora stia frequentando l’apposito corso di formazione. Si precisa che l’utilizzazione d’ufficio può essere disposta anche su posto orario inferiore all’orario contrattualmente previsto, fino al completo assorbimento dell’esubero provinciale (art. 5, comma 6, CCNI).

Conclusioni

In conclusione, i docenti appartenenti a ruoli/posti/classi di concorso in esubero possono:

  • presentare domanda di utilizzazione provinciale;
  • presentare domanda di utilizzazione interprovinciale;
  •  essere utilizzati su posto di sostegno (con titolo o senza, fermo restando le condizioni succitate);
  •  essere utilizzati su altro posto/classe di concorso del medesimo grado ovvero di grado differente;
  •  essere utilizzati su progetti di cui all’art 1, comma 65 della legge 107/15, conferibili solo in assenza di qualsiasi posto disponibile ed assegnabile a livello provinciale;
  •  in altra provincia, essere utilizzati nel medesimo posto/classe di concorso di titolarità ovvero diverso.

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni docenti 2022: guide compilazione domanda, modulistica, risposte ai quesiti. Con video guida completa [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur