Utilizzazione: non è possibile rifiutare il movimento disposto

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

L’utilizzazione può essere disposta a domanda o d’ufficio. Il docente che ottiene il movimento annuale non può rifiutare la sede assegnata.

Una lettrice ci scrive:

Gradirei sapere se un docente di ruolo,  una volta ottenuta la utilizzazione, può rifiutarla a causa della sede scomoda oppure no”

L’utilizzazione è un movimento annuale regolato annualmente da specifico contratto.

La contrattazione tra sindacati e MIUR per la mobilità annuale 2019/20, che porterà alla predisposizione e pubblicazione del nuovo CCNI, non è ancora iniziata.

In relazione al quesito posto dalla nostra lettrice, possiamo considerare come riferimento normativo il contratto valido per il corrente anno scolastico, dove non si prospetta la possibilità di rifiutate il movimento richiesto una volta disposto. Possibilità che non è stata mai prevista neanche negli anni scolastici precedenti

Utilizzazione, movimento volontario o d’ufficio: non si può rifiutare

L’utilizzazione è un movimento che può essere disposto a domanda o d’ufficio.

Nel primo caso si tratta di un movimento annuale volontario con il quale il docente viene assegnato per un anno scolastico in una scuola da lui richiesta nelle preferenze.

Nel secondo caso il docente risulta in esubero e privo di sede di titolarità e deve essere obbligatoriamente utilizzato per avere una sede sulla quale prestare servizio nel successivo anno scolastico.

In questa situazione, se non sarà possibile soddisfare il docente per una delle preferenze espresse, verrà disposta l’utilizzazione d’ufficio in una scuola della provincia con disponibilità di cattedra, scuola non richiesta dal docente nella domanda

In ambedue i casi non è stata mai prevista la possibilità di rifiutare la scuola assegnata in utilizzazione ed è possibile ipotizzare che questo non sarà consentito neanche per il prossimo anno scolastico

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads