Utilizzazione e assegnazione provvisoria sul sostegno: con quale ordine vengono disposti i movimenti

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

L’ordine dei movimenti annuali stabilito nella sequenza operativa indicata nel CCNI. Per ogni movimento è prevista una specifica operazione

Una lettrice ci scrive:

Ho ottenuto il trasferimento da sostegno a posto comune, vorrei sapere se adesso potrò chiedere utilizzazione sul sostegno? Se la risposta è affermativa vorrei sapere se la mia domanda di utilizzazione precede la domanda di AP da parte delle colleghe titolari su sostegno”

La nostra lettrice, avendo ottenuto il trasferimento, il prossimo anno scolastico 2019/20 risulterà titolare su posto comune e non più sul sostegno. Essendo specializzata sul sostegno potrà chiedere utilizzazione su questa tipologia di posto soltanto nel grado di titolarità, come stabilisce l’art.2 comma 1 lettera f) del CCNI

Tale movimento sarà disposto secondo l’ordine stabilito nell’allegato 1 del CCNI

La mobilità annuale, comprendente utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, viene disposta, infatti, rispettando un ordine preciso dei movimenti, come stabilito nella sequenza operativa indicata nel succitato allegato 1 del contratto

Operazioni riguardanti i titolari su posto di sostegno

I movimenti che saranno disposti prima sono quelli provinciali che interessano i docenti titolari su posto di sostegno che chiedono la stessa tipologia di posto

Questi movimenti rientrano nelle operazioni che vanno dalla n.1 alla n.7

Operazioni su sostegno dei titolari di posto comune nella provincia

Seguono i movimenti provinciali che interessano i docenti titolari su posto comune che chiedono sostegno

Questi movimenti rientrano nelle operazioni che vanno dalla n.8 alla n.16

Conclusioni

L’utilizzazione sul sostegno per docente titolare su posto comune, movimento che interessa la nostra lettrice, viene disposta successivamente rispetto all’assegnazione provvisoria sul sostegno per docente titolare sulla medesima tipologia di posto

L’utilizzazione rientra, infatti, nell’operazione identificata dal numero 15 – Utilizzazione su sostegno a domanda dei docenti titolari su tipo posto comune in possesso del titolo di specializzazione, non compresi nelle categorie precedenti

L’assegnazione provvisoria rientra, invece, nell’operazione identificata dal numero 7 – Assegnazione Provvisoria su sostegno del docente titolare su tipo posto di sostegno nella provincia.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente consule[email protected]

Versione stampabile
ads ads