Utenze di luce e gas nelle scuole: nel Ragusano mancano i soldi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Mentre per le scuole di Caltanisetta il pericolo sembra scongiurato, nelle scuole di Ragusa invece è il contrario riguardo alla possibilità di tagliare luce e gas nelle scuole.

Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa si trova in squilibrio finanziario, il bilancio di previsione 2018 non è stato approvato, quindi è stato comunicato ai presidi delle 15 scuole della provincia che non riceveranno i 15 milioni di euro per le spese annuali di luce, gas e telefono.

Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa non ha saldato l’ultima rata del saldo del 2017 di 221 mila euro e lo Stato ha deciso il prelievo forzoso per il 2018 di 13,7 milioni di euro; l’ente ha comunicato la sua situazione alla Corte dei Conti.

Le scuole hanno provveduto da sole al funzionamento gestionale finora, i presidi hanno chiesto un incontro con il prefetto e la Regione.

Fonte

Scongiurata la disdetta delle utenze nelle scuole nissene

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione