Uso tecnologie e apprendimento Matematica, più bravi gli studenti che non usano computer e tablet

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’indagine TIMSS si svolge ogni quattro anni e si propone una valutazione comparativa delle competenze di Matematica e Scienze degli studenti al quarto e all’ottavo anno di scolarità. Riguarda, dunque, gli studenti delle classi IV della scuola primaria e III della scuola secondaria di primo grado.

L’indagine del 2015 ha fatto emergere un dato controtendenza rispetto alla “strada” che sta imboccando la nostra scuola, ossia che gli studenti più “digitali” sono meno bravi.

Ne parla Repubblica in un articolo del 28/03/2018.

Gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado, che hanno ottenuto risultati migliori in matematica, sono quelli che usano poco o quasi mai le nuove tecnologie.

Il divario tra alunni “tecnologici” e alunni “non tecnologici” è notevole, soprattutto nella scuola primaria, ove i risultati raggiunti sono stati i seguenti:

  • in totale i nostri bambini hanno ottenuto 506 punti;
  • i bambini, che non usano le tecnologie, hanno ottenuto 522 punti;
  • i bambini, che utilizzano computer e tablet, hanno ottenuto 481 punti.

Tra coloro che utilizzano computer e tablet e coloro che non li utilizzano, dunque, c’è un divario di oltre 40 punti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione