Uso smartphone in classe, Fedeli: da venerdì commissione al lavoro. Esiti saranno comunicati alle scuole

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei giorni scorsi, abbiamo riferito sull’insediamento al Miur di una commissione con il compito di  “studiare” l’utilizzo di smartphone in classe da parte dei ragazzi a scopi didattici. 

Uso smartphone in classe e video lezioni, da venerdì un gruppo di lavoro ministeriale per studiare come. Cosa ne pensi?

La Fedeli è ritornata sull’argomento nel corso dell’intervista rilascia a Repubblica in data odierna.

Per il Ministro l’uso dello smartphone è finalizzato a facilitare l’apprendimento degli studenti tramite un “media” a loro familiare.

Condizione necessaria per il predetto uso è che gli studenti vengano guidati e seguiti dai docenti, al fine di evitare un uso non consono allo scopo e che si imbattano in fake news e nel cyberbullismo.

I lavori della Commissione dovrebbero concludersi in breve tempo e gli esiti, ha affermato la Fedeli, saranno comunicati alle scuole tramite un’apposita circolare.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare