Uscita studenti da soli, Fedeli: ddl tempi lunghi ci vuole un emendamento. Sia chiara responsabilità genitori

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Visto che quella sentenza ha fatto scoprire una cosa che si doveva già conoscere, ovvero quella delle leggi italiane a tutela dei minori, a questo punto la cosa che si può, e si deve fare, è fare un emendamento, perché per un disegno di legge i tempi sarebbero un po’ troppo lunghi”.

“Per far diventare norma primaria quando un genitore fa la liberatoria verso la scuola per consentire l’andata e ritorno da scuola a casa dei minori assumendosi quindi tutte le responsabilità che ne conseguono”. Ad affermarlo la Fedeli a Perugia incontrando degli studenti.

“Aggiungo però – ha concluso la Fedeli – che deve essere considerato, dal punto di vista dei genitori, che questa non è soltanto una semplificazione del loro rapporto con le condizioni di vita che ci sono e le flessibilità necessarie, ma anche una responsabilità educativa: perché bisogna essere consapevoli che ci sono contesti e fasi di maturazione differenti e quindi deve essere questo anche un percorso educativo, se vuoi davvero accompagnare i ragazzi minori all’autonomia”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare