Uscita autonoma studenti: docenti e dirigenti senza responsabilità, è legge. Ma famiglie devono firmare liberatoria

WhatsApp
Telegram

Ieri la Legge di Bilancio è passata in Parlamento con voto di fiducia. Tra le norme che sono diventate legge anche quella relativa all’uscita autonoma degli studenti.

Secondo quanto previsto dalla legge di stabilità, i genitori o i responsabili tutori o soggetti affidatari di minori di 14 anni, potranno autorizzare le scuole (incluse le paritarie), in considerazione dell’età, del grado di autonomia e dello specifico contesto a consentire l’uscita autonoma degli alunni dai locali scolastici al termine delle lezioni.

Il personale scolastico, quindi, nel momento in cui le famiglie avranno firmato la liberatoria, sarà esonerato dalla responsabilità di vigilanza. Ad essere esonerato anche il servizio scuolabus, che viene specificatamente menzionato dalla legge, per quanto riguarda salita e discesa da mezzo.

Resta da specificare che, nel caso di mancata firma da parte dei docenti della liberatoria, restano gli obblighi di sorveglianza e vigilanza che dovranno essere gestite da ogni singola scuola attraverso un regolamento.

Approvate definitivamente le nuove norme su accompagnamento minori di 14 anni. Valide le liberatorie dei genitori, Fedeli: “Contemperate tutte le esigenze”

Legge di bilancio, tutte le norme per la scuola: dal concorso DSGA alle norme su uscita da scuola. Obbligo vaccinale, sostituzioni ATA, stipendi

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO