USB Scuola Bologna. Irregolarità nelle sostituzioni personale docente nella scuola primaria

di redazione
ipsef

item-thumbnail

USB – Anno scolastico 2017-2018 scuola primaria. Come già dallo scorso anno alcuni dirigenti scolastici della provincia di Bologna hanno adottato la modalità di far sostituire i colleghi assenti dal personale docente interno (insegnanti di ruolo, insegnanti a tempo determinato, docenti di potenziamento) utilizzando in modo improprio il docente sostegno di altre classi, l’organico di potenziamento e utilizzando le 2 ore di contemporaneità che ogni docente, da contratto collettivo nazionale del comparto scuola, ha diritto a svolgere nella classe di assegnazione per garantire lo svolgimento dell’offerta formativa e il recupero delle difficoltà educative e didattiche dei propri alunni.

Con l’introduzione della cosiddetta “buona scuola” è subentrata la possibilità di non sostituire un docente il primo giorno di assenza, dando comunque al dirigente la facoltà di decidere se non sostituire nei restanti giorni di assenza (fino a dieci giorni) e sostituire il personale assente con docenti aventi ore di potenziamento. In questo modo sono sorte problematiche gravissime in merito alle sostituzioni nella scuola primaria.

I docenti in servizio nella scuola vengono chiamati a sostituire i docenti assenti durante le proprie ore di contemporaneità coprendo le prime due ore del mattino e le ultime due del pomeriggio, a volte viene anche chiesto di spostare la prestazione in giornata diversa da quella prevista dall’orario di servizio. Ne consegue, per i docenti, un orario settimanale “spezzato e flessibile” per l’intero anno scolastico per coprire le cosiddette “emergenze”. Ci sembra che si ricorra sempre più a tali pratiche illecite e riteniamo che in questo modo non venga garantita la sicurezza di una reale continuità dell’offerta formativa per gli studenti.

Un docente di potenziamento non può abbandonare il progetto già assegnato per coprire continue supplenze, non si può rinunciare alle ore di contemporaneità per sostituire qualcuno, non si dividono gli alunni in altre classi per evitare le supplenze da graduatoria di istituto, non si può staccare il docente di sostegno dalla propria classe per coprire altre classi.

USB Scuola Bologna invita tutti i docenti e le famiglie a segnalare eventuali casi di abusi e illegittimità diffuse a [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief