USA. Preside condannato al risarcimento per “ipnosi non autorizzata”

WhatsApp
Telegram

Un preside del liceo di North Port, in Florida, è stato condannato a risarcire 200 mila dollari (pari a circa 177 mila euro) alle famiglie di suoi tre studenti per averli ipnotizzati e probabilmente causato la loro morte.

Un preside del liceo di North Port, in Florida, è stato condannato a risarcire 200 mila dollari (pari a circa 177 mila euro) alle famiglie di suoi tre studenti per averli ipnotizzati e probabilmente causato la loro morte.

L'uomo sottopose a ipnosi diverse persone in cinque anni, dagli studenti al personale scolastico, perché riteneva in questo modo di poter migliorare le loro condizioni psicofisiche ed atletiche.
 
Invece, dopo essere stati ipnotizzati,  tre ragazzi sono morti. Il primo, nel 2011 si uccise il giorno dopo essere stato ipnotizzato. Poco dopo, la seconda si impiccò a sei mesi di distanza dall'ipnosi. Al terzo il preside aveva insegnato l'auto-ipnosi, poco dopo il ragazzo è morto in uno strano incidente d'auto. 

Nel 2012 il dirigente fu denunciato e costretto a rassegnare le dimissioni, dichiarandosi colpevole di ipnosi non autorizzata. Fu condannato ad un anno di libertà vigilata, oggi al risarcimento alle tre famiglie. 

WhatsApp
Telegram

TFA Sostegno VIII CICLO. La pubblicazione del decreto è imminente. Preparati con il metodo ideato da Eurosofia