Urgenze scuola, Anief: organico Covid da prolungare, assegnazione provvisoria accessibile a tutti, stop classi affollate, tutti gli alunni in classe

WhatsApp
Telegram

Anief – Tra un mese e mezzo, il 31 marzo prossimo, la scuola rischia di perdere 44mila docenti e Ata da un giorno all’altro: sono i supplenti assunti quest’anno sugli organici Covid, che la Legge di Bilancio ha confermato solo fino a quella data. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, annuncia che il suo sindacato con un emendamento al decreto Sostegni ter ha chiesto “di finanziare l’ulteriore prolungamento dell’organico Covid fino alla fine delle lezioni, ma anche di inserire questo organico Covid a tempo indeterminato, in organico di diritto per il fabbisogno delle scuole”.

Durante un’intervista all’agenzia Teleborsa, il sindacalista autonomo spiega anche che “ci sono diverse criticità nella scuola che il decreto Sostegni ter può sanare”: per questo abbiamo suggerito delle “proposte di emendamento ai senatori”. Secondo Pacifico, ad esempio, sarebbe anche “importante garantire l’assegnazione provvisoria a tutti quanti”, anche agli oltre 12mila “neoassunti di prima fascia delle GPS, a chiunque abbia presentato domanda, al di là dei limiti attualmente imposti dal legislatore, visto lo stato della pandemia e le restrizioni che ci sono state”.

Secondo il leader dell’Anief risulta “fondamentale poi un intervento sul dimensionamento scolastico: noi non possiamo più tollerare – ha detto Pacifico – il sovraffollamento delle classi. Abbiamo bisogno di classi con un rapporto alunni-insegnati inferiore a quello che abbiamo ora. Abbiamo bisogno di riportare tutti gli studenti in presenza senza discriminarne neanche uno”. E c’è anche, ha concluso Pacifico, l’esigenza “di prevenire il malessere psicologico dei nostri studenti e del personale, rientrare nella normalità, ma lavorare tutti quanti in sicurezza”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur