Supplenti.it e messa a disposizione: a Milano e Torino numerose convocazioni alle primarie

Messaggio sponsorizzato

item-thumbnail

Messaggio sponsorizzato – Alla piattaforma Supplenti.it stanno giungendo molte richieste di scuole che cercano supplenti per le scuole primarie, ovvero le elementari.

In particolare, le richieste provengono da province del Nord, come Torino e Milano.

Insegnare alle elementari: quali qualifiche?

Per svolgere ruolo di insegnamento alle elementari, anche solo come supplente, è necessario il possesso di uno dei seguenti titoli:

  • diploma magistrale abilitante ante 2001/2002
  • laurea in Scienze della Formazione Primaria

La ricerca delle scuole su Supplenti.it

Sulla piattaforma Supplenti.it le scuole possono accedere direttamente per trovare il docente con le caratteristiche necessarie.

La selezione avviene per curriculum, quindi è necessario, oltre ad essere iscritti, mantenerlo sempre aggiornato.

Se non sei già iscritto alla piattaforma Supplenti.it clicca qui

Il supporto del team di Supplenti.it

È anche grazie al lavoro del team di professionisti di Supplenti.it che le scuole riescono a intercettare i curriculum migliori degli aspiranti docenti e viceversa, perché laddove la scuola non riesce magari in autonomia a trovare un sostituto, è la squadra di Supplenti.it che si impegna tutti i giorni affinché chi vuole lavorare davvero nel mondo nella scuola riesca a farlo, facendo incrociare al meglio la domanda e l’offerta scolastica.

Perché le scuole non trovano supplenti

I diplomati magistrali e i laureati in Scienze della Formazione ci sono, ma in realtà spesso non tutti vogliono spostarsi da una parte all’altra d’Italia. Quindi sicuramente più si è disposti a spostarsi e a trasferirsi per lavorare, anche per supplenze brevi, più aumentano le possibilità lavorative.

I vantaggi dell’iscrizione alla piattaforma Supplenti.it

Tante scuole per trovare insegnanti hanno iniziato a utilizzare esclusivamente il sistema di reclutamento di Supplenti.it, semplice e facile da utilizzare per gli istituti scolastici.

L’iscrizione permette di:

  • rendere visibile alle scuole italiane il proprio curriculum;
  • essere contattati subito dalle scuole che cercano docenti;
  • mantenere aggiornato il proprio curriculum inserendo corsi, titoli di specializzazione e master;
  • essere chiamati solo dalle scuole realmente interessate al proprio profilo.

In che modo le scuole trovano i supplenti

Consultare i profili online per le scuole è semplice e immediato: ogni riga con il nominativo del supplente è contraddistinta da icone che a colpo d’occhio indicano i titoli di studio posseduti.

Per questo è fondamentale arricchire il più possibile il proprio curriculum con titoli e certificazioni.

supplenti si possono iscrivere accedendo all’Area Supplenti, con l’inserimento dei dati anagrafici e dei titoli di studio. CLICCA QUI per l’iscrizione

ISCRIVITI A SUPPLENTI.IT

Perché continuare a inviare la messa a disposizione?

A questo punto ci si potrebbe chiedere perché continuare ad inviare la mad, ovvero la domanda di messa a disposizione per rendersi disponibili alle supplenze.

Per reclutare supplenti in caso di cattedre vacanti, le scuole utilizzano ancora molto la messa a disposizione, è un metodo ormai tradizionale, usato una volta che si esauriscono le graduatorie, ed è una consuetudine per dirigenti e segreterie utilizzare ancora le mad.

Per l’invio di una mad online è sufficiente utilizzare la piattaforma Voglioinsegnare.it, e compilare tutti i campi richiesti: dati anagrafici, titoli di studio, selezione della provincia e ordine di scuola.

INVIA ORA LA MESSA A DISPOSIZIONE

 Per informazioni e iscrizioni a Supplenti.it chiama lo 02 400 31356

Segui la nostra pagina facebook dove verranno pubblicate le ultime offerte di lavoro delle scuole

Versione stampabile
Argomenti: