UPI, c’è squilibrio sui fondi per l’edilizia delle scuole superiori, chiesto un tavolo per la programmazione

Stampa

Il presidente dell’Unione delle province d’Italia Achille Variati ha chiesto che del fondo triennale per gli interventi per l’edilizia scolastica, di circa 1,4-1,7 mld, il 30 per cento vada alle scuole superiori, perché nel riparto del fondo c’e’ stato finora uno squilibrio.

Le Province hanno deciso di rinviare il parere sulla programmazione unica triennale nazionale 2018-2020 sull’edilizia scolastica e hanno chiesto e ottenuto un “tavolo politico per la programmazione 2018-2020” per aumentare le risorse destinata dalle Regioni alle scuole superiori.

“Il 30 per cento della popolazione studentesca e’ fatta di studenti medi superiori – ha detto Variati – Ora mediamente alle scuole medie superiori nella programmazione 2015-2017 e’ stato dato meno del 14 per cento del totale dei finanziamenti.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione