Università, riforma Berlinguer ha mancato i suoi obiettivi. Meno laureati e sempre fuori corso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“La riforma dell’Università  Berlinguer/ Zecchino, meglio conosciuta come quella del “3+2”, ha mancato due dei suoi obiettivi principali.”

E’ quanto scrive Salvo Intravaia su Repubblica.

Gli obiettivi mancati sarebbero:

  1. il fatto che c’è stata una riduzione (anziché un aumento) di coloro i quali concludono il percorso di 5 anni (3+2) o quello a ciclo unico;
  2. il fatto che ci si laurea ancor fuori corso.

Secondo i dati riportati da Repubblica, nel 2016 i laureati “nuovo ordinamento” sono stati 130.000, mentre nel 2000 i laureati “vecchio ordinamento” sono stati quasi 144000.

Quanto al secondo obiettivo, si evidenzia che con il vecchio ordinamento si usciva dall’Università, in media, a 27,6 anni; con il nuovo ordinamento la media è scesa di poco, 27,1 anni. Sicuramente un passo in avanti ma che non rispecchia il risultato atteso.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione