Università, Renzi: “Italia luogo migliore per crescere cervelli”. M5S: “narrazione romanzo d’appendice”

di redazione
ipsef

 Comunicato M5S – “L’Italia ha il più basso tasso di laureati d’Europa (Eurostat), tra il 2002 e il 2013 i nostri atenei hanno perso circa 70 mila iscritti (Almalaurea), il nostro è il Paese con le tasse universitarie più alte del Vecchio Continente dopo Olanda e Inghilterra (Eurydice) e la fuga di giovani per andare a studiare e a cercare occasioni migliori all’estero è sempre più sostenuta.

Sono tutti dati di fatto e sono in totale contrasto con la narrazione da romanzo d’appendice di Matteo Renzi che afferma “Se c’è un luogo migliore al mondo per far crescere i cervelli, questo è l’Italia”.

Nel frattempo è in arrivo la legge di Bilancio e già sappiamo che le risorse stanziate e le misure messe in campo saranno insufficienti per rilanciare adeguatamente il nostro sistema universitario. La propensione sconfinata alla menzogna del presidente del Consiglio si commenta da se”.

Così i parlamentari M5S in commissione Cultura di Camera e Senato.

ROMA, 28 giugno 2016

Area Comunicazione M5S Camera

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare