Università, Pittoni (Lega): approvato nostro ordine del giorno per sostenere diritto studio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il senatore Mario Pittoni presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega segnala l’approvazione in Commissione Cultura al Senato di un ordine del giorno della Lega per sostenere il diritto allo studio. 

“E’ stato approvato in commissione Cultura al Senato un nostro ordine del giorno riferito al disegno di legge di Bilancio  – afferma il Sen. Pittoni – che impegna il Governo “a valutare la possibilità, nei limiti delle disponibilità di bilancio, di prevedere un incremento e una continuità dei finanziamenti previsti dall’articolo 1, comma 265, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, al fine di assicurare il diritto allo studio”.

In base a tale legge, infatti, le università statali sono tenute a esonerare dalla contribuzione studentesca tutti gli studenti entro il primo anno fuori corso, con requisiti di merito indicati dalla norma stessa e con ISEE inferiore a 13.000 euro, oltre agli studenti cui vi erano già tenute ai sensi del decreto legislativo n. 68 del 2012 in materia di diritto allo studio.

La stessa legge ha inoltre stabilito limiti alla contribuzione dovuta dagli studenti con medesimi requisiti di merito e con ISEE inferiore a 30.000 euro.

Per compensare la diminuzione di gettito nei bilanci degli atenei – conclude Pittoni – il comma 265 ha previsto uno stanziamento specifico a valere sul Fondo di finanziamento ordinario (FFO) delle università statali, pari all’importo complessivo di 55 milioni per il 2017 e di 105 milioni dall’anno 2018. Tali somme non risultano sufficienti a compensare gli atenei del minor gettito risultante dall’applicazione a regime della norma succitata. Da qui la richiesta di incremento delle risorse».

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione