Università, Link: oggi studenti in piazza contro esiguità posti alloggio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Link Coordinamento Universitario – Oggi studenti e studentesse si sono mobilitati in tutta italia per denunciare le gravi carenze del sistema del Diritto allo Studio nel nostro Paese e richiedere risposte immediate agli enti regionali, alle Regioni e al Governo.

“I dati provenienti dalle diverse regioni sulla copertura dei posti alloggio sono estremamente preoccupanti – dichiara Camilla Guarino, coordinatrice di Link Coordinamento Universitario – alla Bicocca di Milano, a fronte di un aumento del 20% delle domande non è corrisposto un aumento del numero di posti alloggio, con conseguenti 324 studenti idonei non beneficiari (il 65% in più dello scorso anno); a Roma la situazione è ancora più drammatica con oltre 4.000 idonei non beneficiari in tutta la città (il 15% in più dello scorso anno) e un numero di posti letto totalmente insufficiente a rispondere alle esigenze degli studenti.”

“Sono sempre di più gli studenti e le studentesse che, seppur idonei, restano esclusi dall’assegnazione per via della mancanza strutturale di risorse. Se infatti vi sono ancora 7.500 idonei non beneficiari di borsa di studio in tutto il paese, per quanto riguarda i posti alloggio oltre 27.000 studenti ogni anno non ne beneficiano pur avendone diritto.”

“A Roma gli studenti e le studentesse si stanno mobilitando per chiedere l’aumento immediato dei posti alloggio e per garantire a tutti gli idonei di poter avere una sistemazione – prosegue Guarino – mentre a Napoli la mobilitazione sotto l’ente per il diritto allo studio è volta a chiedere l’immediato pagamento delle borse di studio degli anni passati, alcune delle quali nell’anno accademico 2016/2017!”

Risulta chiaro che le risorse messe in campo dalle regioni e dallo Stato per il diritto allo studio non siano minimamente bastevoli.

“Il Governo deve tornare a investire nel diritto allo studio, aumentando i finanziamenti al Fondo Integrativo Statale per le borse di studio così da eliminare la figura dell’idoneo non beneficiario e convocando il tavolo per definire i Livelli Essenziali delle Prestazioni per il diritto allo studio, così da eliminare le disuguaglianze tra le varie Regioni”

“In alcune Regioni, infatti, non vi è ancora la copertura totale delle borse di studio – conclude Guarino – e da anni denunciamo il problema strutturale relativo agli alloggi e alle residenze universitarie, Chiediamo che il numero di alloggi venga adeguato all’ammontare degli studenti aventi diritto, attraverso la costruzione di nuove strutture e la riconversione degli immobili in disuso e dei beni confiscati alle mafie. L’emergenza abitativa studentesca non può trovarci passivi, ed è per questo motivo che stiamo scrivendo una proposta di Università in cui chiediamo che il diritto allo studio sia realmente garantito a tutti e tutte e che in tanti atenei italiani si stanno organizzando mobilitazioni, a partire da quelle svolte oggi, per chiedere un aumento dei posti alloggio ed un incremento delle risorse messe in campo, visto l’aumento delle domande e delle idoneità.”

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione