Università, le novità dal Milleproroghe: rinvio ultima sessione di laurea a.a 2021/22 al 15 giugno, proroga assegni di ricerca

WhatsApp
Telegram

Dalla proroga del conferimento degli assegni di ricerca, a quella del reclutamento a tempo determinato di laureati in medicina e chirurgia abilitati all’esercizio della professione; dal rinvio al dicembre 2023 degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio delle professioni e dei tirocini professionalizzanti, al conferimento di incarichi di insegnamento per le istituzioni dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) attingendo dalle graduatorie. Così come, è differito al 31 dicembre 2023 l’equipollenza dei diplomi accademici rilasciati dalle Afam.

Sono queste alcune delle misure contenute nel Decreto Milleproroghe, approvato oggi in via definitiva alla Camera dei deputati, inerenti gli ambiti di competenza del Ministero dell’Università e della ricerca.

Assegni di ricerca

È stato fissato al 31 dicembre 2023 il termine entro il quale le Università possono continuare a conferire assegni di ricerca.

Reclutamento servizio sanitario nazionale

Il Servizio sanitario nazionale potrà procedere, fino al 31 dicembre 2023, al reclutamento a tempo determinato di laureati in medicina e chirurgia abilitati all’esercizio della professione medica e iscritti agli ordini professionali.

Abilitazione esercizio delle professioni

È stata prorogata al 31 dicembre 2023 la possibilità di svolgimento secondo modalità semplificata degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio delle professioni e dei tirocini professionalizzanti e curriculari.

Lauree

L’ultima sessione delle prove finali per il conseguimento del titolo di studio relative all’anno accademico 2021/2022 è stata prorogata al 15 giugno 2023. Viene conseguentemente rinviato ogni altro termine connesso ad adempimenti didattici o amministrativi funzionali allo svolgimento delle predette prove.

LIS e LIST

È stato differito al 31 gennaio 2025 il termine del conseguimento dell’attestazione per l’esercizio della professione di interprete in LIS e LIST in tema di lingue dei segni.

Ricerca

Con esclusivo riferimento agli enti pubblici di ricerca è stato esteso al 31 dicembre 2026 il termine entro il quale è possibile per l’amministrazione ricorrere alle tipologie di stabilizzazione del personale. La disposizione fa riferimento anche alle finalità di svolgimento e prosecuzione delle ricerche collegate al Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Altro

Proroghe sono state stabilite, tra le altre, per l’erogazione delle somme residue di mutui concessi da Cassa depositi e prestiti (CDP) per interventi di edilizia universitaria; per il conferimento di incarichi di insegnamento a tempo indeterminato e a tempo determinato nelle Istituzioni AFAM, alle graduatorie nazionali ad esaurimento; per il termine ultimo per attivare il procedimento di chiamata nel ruolo di professore di prima e seconda fascia di professori di seconda fascia e ricercatori a tempo indeterminato in servizio nell’università procedente, che abbiano conseguito l’abilitazione scientifica nazionale (ASN); per la durata dell’abilitazione scientifica nazionale dei docenti universitari, estesa a 11 anni.

Così, in una nota, dell’ufficio stampa del Ministro dell’Università e della Ricerca.

WhatsApp
Telegram

Aggiornamento terza fascia ATA 2024: avanza in graduatoria con i corsi di dattilografia e ICDL IT Security di Mnemosine