Università. Addio alla laurea magistrale: si sceglie sempre di più il master dopo il triennio per lavorare prima

di Giulia Boffa
ipsef

Tra i laureati sta emergendo l'addio alla laurea magistrale per scegliere la triennale e poi iscriversi ad un master.

Tra i laureati sta emergendo l'addio alla laurea magistrale per scegliere la triennale e poi iscriversi ad un master.

La scelta sarebbe dettata dall'esigenza di accorciare i tempi di ingresso nel mondo del lavoro, cercare una specializzazione in più rispetto a quanto si è già studiato.

Secondo i numeri riferiti dal consorzio Almalaurea sull'occupazione di chi ha appena concluso il suo percorso di studi, nel  2015, il 30,7% dei laureati a un anno dal titolo ha partecipato o sta partecipando ad attività di formazione post laurea, il numero è in crescita rispetto al 28% del 2013 e al 27,3% nel 2010. La quota di iscritti al biennio è scesa nello stesso periodo al 54,6% del 2015 dal 55,6% del 2013 e al 56,9% del 2010.

Non sempre bypassare il biennio può essere una scelta vincente: alcune industrie non prendono nemmeno in considerazione le lauree triennali, ma a volte la combinazione trienno più master può portare sia un risparmio diretto che un valore aggiunto al curriculum vitae, a parte però che ci sia un progetto alla base.

Il criterio di scelta del master deve sempre essere il grado di professionalizzazione, tenendo d'occhio ad esempio le competenze ricercate e i tirocini in azienda.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione